Texas Hold'em Limit e No Limit

basi sul texas holdem limit e no limit

L'obiettivo di questo articolo è quello di confrontare il gioco Limit e quello No limit per indirizzare ogni giocatore alla specialità che si adatta di più al proprio modo di affrontare le mani di una partita di Texas Hold'em. Quinto articlo della serie.

Differenze

  • Grandezza delle puntate: come dice il loro nome, la differenza maggiore tra le due tipologie è data dal tipo di puntate. Nel No Limit il giocatore può investire anche tutte le fiches in un solo momento senza dover rispettare delle puntate massime, mentre nel gioco Limit le puntate e i rilanci sono prefissati. Per fare un esempio, se si sta giocando ad un tavolo cash Limit 10$/20$, prima e dopo il flop si può puntare e rilanciare di 10$, mentre dopo il turn e dopo il river le puntate e i rilanci salgono a 20$.

  • Giocare con mani in draw: poiché le puntate sono limitate, seguire un progetto a colori o di scala nel gioco Limit è il più delle volte una giocata corretta. Nel gioco No Limit invece i giocatori più esperti prendono questo tipo di decisione valutando la convenienza di una chiamata in base alla grandezza del piatto, della puntata e della quantità di fiches che ogni giocatore possiede

  • Bluff: nel No Limit si tenta spesso di far uscire gli avversari dalla mano prima della conclusione con grosse puntate, magari raffigurando un punto più forte di quello realmente posseduto. Ciò è molto più difficile nel gioco Limit perché le puntate sono molto contenute ed è difficile mandare via gli altri giocatori quando questi hanno un punto o un progetto.

  • Rischio:in base alle considerazioni precedenti si può dire che nel gioco Limit le decisioni da prendere sono meno influenti e spesso non pregiudicano tutta la partita proprio perché un eventuale errore "costa" poco. Nel No Limit si è invece nella situazione diametralmente opposta: in ogni momento della partita ci si può trovare a dover compiere delle scelte importanti che possono far perdere con una sola mossa errata tutto quello che si aveva accumulato con le giocate buone effettuate fino a quel punto.

Somiglianze

  • Regole: il gioco è sempre il Texas Hold'em, quindi le regole sono le stesse per tutte e due le specialità. Cambia solo il tipo di puntate.

  • Fortuna: il caso può giocare brutti scherzi o far vincere mani insperate in entrambi i giochi allo stesso modo. Ma un bravo giocatore di poker deve sapere che la fortuna premia nell'episodio: alla lunga se prenderà sempre decisioni corrette sarà un giocatore vincente.

  • Strategia: per vincere in tutte e 2 le discipline non è necessario compiere giocate da campioni. Soprattutto per i principianti è necessario avere una condotta di gara semplice e regolare, basandosi su un po' di matematica e senza il bisogno di dover ricorrere a bluff improbabili e pericolosi.


Conclusioni

Per chi muove i primi passi nel mondo del poker saranno numerosi gli errori a cui andrà incontro. Perciò è consigliabile ai principianti iniziare a giocare nella forma Limit: ogni sbaglio costerà di meno e con l'aumentare dell'esperienza si potrà passare al gioco No Limit anche a livelli più alti.

Titanbet Poker offre il meglio dei tavoli di texas hold'em limit e no-limit!

Ecco la lista completa degli articoli della serie

1º articolo: Le mani iniziali di texas hold'em
2º articolo: Il gioco preflop nel Texas Hold'em
3º articolo: Come giocare il Flop al texas hold'em
4º articolo: Texas hold'em: errori tipici dei principianti
5º articolo: Texas Hold'em Limit e No Limit
6º articolo: Cosa rende un giocatore di poker vincente