Late Night Poker

Late Poker Night

Uno tra i primi programmi televisivi sul poker, che forse non è troppo conosciuto nel nostro paese, ma che comunque è una parte della storia che riguarda l’arrivo di questa passione nel mondo televisivo, è lo show inglese “Late Night Poker”.

Tra i primi format basati su tornei di Poker Texas Hold’em no limit, Late Night Poker è nato come una competizione al tavolo verde, tra giocatori professionisti e dilettanti particolarmente abili, che si contendevano un primo premio da circa 50.000 dollari.

Nascita e diffusione di Late Poker Night

A partire dal 1999, sono state girate a Cardiff, città del Regno Unito (capitale e più importante centro del Galles), ben sei serie dello show, mandate poi in onda sia su Channel 4 (emittente televisiva pubblica britannica) che su Discovery Home & Leisure (canale Sky).

Nell’anno 2000, vista l’attenzione che il pubblico inglese gli dedicava, Late Night Poker è stato girato in un’edizione speciale, una versione fatta da tavoli verdi in cui giocavano le celebrità dello spettacolo (in quell’anno presero parte al torneo di poker Anthony Holden, Al Alvarez, Martin Amis, Victoria Coren, Patrick Marber, Stephen Fry e Ricky Gervais ). Questa fu anche la nascita casuale di un nuovo format televisivo molto più noto, il “Celebrity Poker Club”.

Nel mese di Settembre 2006, Late Night Poker ha cambiato il suo nome, ed è diventato il “Late Night Poker Masters”, cambiando anche il formato del torneo. Prima infatti, ogni serie aveva 9 episodi, di cui 7 composti da sfide che avvenivano tra 7 giocatori seduti al tavolo, poi c’era una semifinale e la finale stessa. Dopo invece, vi erano solo 4 sfide al tavolo verde, tutte con 8 giocatori differenti.

Il successo

Per quanto riguarda i motivi del successo di Late Night Poker, che ha continuato sempre a far parlare di se, in molti pensano che questo programma abbia trovato la sua formula vincente unendo la passione che iniziava ad aumentare per il poker Texas Hold’em, insieme ad un’idea davvero innovativa per quel periodo.

Si tratta della posizione delle telecamere che, per la prima volta, vennero messe sotto il tavolo, e, attraverso degli schermi trasparenti, permisero ai telespettatori ed ai commentatori, di vedere le carte dei giocatori.

Da quando quest’idea fu messa in pratica per la prima volta, le emittenti americane hanno poi utilizzato tutte questo metodo per gli show tv di poker, ed addirittura anche il World Poker Tour (WPT) ha iniziato ad utilizzare tale tecnica, per trasmettere le sue riprese in tv, e poter attirare un maggior numero di telespettatori.

Tra i vincitori del format televisivo, che si è evoluto nel tempo, ci sono personaggi come Phil Hellmuth, che nella terza stagione vinse 50.000 dollari, ed anche lo svedese Andreas Jorbeck, che nella stagione 2008, arrivò a vincere ben 125.000 dollari!

Uno show sul poker questo, che ha aperto la strada a tanti altri programmi simili che lo hanno succeduto, e che è stata anche una colonna portante, per tutti gli show televisivi sull’amato poker.