Heartland Poker Tour - HPT

Heartland Poker Tour

Sempre più spesso sul canale italiano interamente dedicato al poker, POKERItalia24, vengono mandati in onda gli episodi di un tour che non proprio tutti conoscono, ma che ormai ha una lunga storia piena di campioni. E’ l’Heartland Poker Tour (HPT), un vero e proprio programma televisivo ideato per essere tale e non “solo” un evento sportivo.

Uno show televisivo nato nel 2005 in USA

Se molti tornei di poker live che vediamo in tv, non sono nati per essere degli show televisivi ma lo sono diventati col tempo (ormai tutti i Final Table vengono ripresi dalle telecamere e poi trasmessi!), l’Heartland Poker è invece nato proprio con questo scopo. Era il “lontano” 2005, quando i due amici Greg Lang e Todd Anderson, davano vita alla loro idea di creare un programma tv per gli appassionati di poker, che sarebbe dovuto andare in onda solo in un canale regionale del Midwest in USA. Ad oggi però, trascorsi 9 anni, l’Heartland Poker Tour rappresenta un programma televisivo che non solo viene trasmesso in tutti gli Stati Uniti d’America, ma è arrivato anche in Europa (compreso in Italia appunto), ai Caraibi ed in Medio Oriente.

La storia di un successo sottovalutato: l’Heartland Poker Tour

La storia di questo show televisivo è quella del sogno di due ragazzi senza troppa esperienza, che hanno saputo creare un fenomeno pokeristico dal nulla. Greg Lang era un piccolo imprenditore e Todd Anderson un addetto al settore marketing: i due durante un breve viaggio verso un casinò dove andavano a giocare a poker, hanno iniziato a riflettere sul fatto che ogni giocatore di poker avrebbe voluto la possibilità di giocare in TV, ma quasi nessuno poteva permettersi 10.000$ di buy-in, come era per il WPT o le WSOP (gli unici due eventi di poker che venivano trasmessi in tv all’epoca). Da qui si è iniziato a ideare il format televisivo da soli 1.500$ di buy-in, procedendo con un business plan, trovando un nome, ed iniziano così la sfida della sua produzione. Si è trattato però di una dura sfida, che partiva con i casinò a cui veniva proposto di produrre lo show che si mostravano diffidenti, i canali televisivi non disposti a dedicare tempo al programma (inizialmente durava l’equivalente di uno spot!) e nessuno sponsor.

Tanti i giocatori che hanno voluto partecipare agli eventi HPT

Un bilancio parziale del programma Heartland Poker Tour reso noto dal co-fondatore Todd Anderson, vede numeri davvero considerevoli fin dai primi anni di attività. Solo nei primi 6 anni, l’HPT ha visto oltre 90.000 giocatori di poker che si sono registrati agli eventi da 1.500$ di buy-in! In questo periodo lo show di poker sportivo ha distribuito oltre 32 milioni di dollari ai tanti giocatori che hanno vinto gli eventi, o semplicemente sono andati a premio. Nel 2012 poi, l’Heartland Poker Tour ha raggiunto il “traguardo” dei 100 eventi giocati, ormai quindi ampiamente superato.

L’Heartland Poker Tour oggi

Continua costantemente a crescere la popolarità di questo show, che negli anni ha cercato di migliorare le sue caratteristiche soprattutto per andare incontro alle esigenze dei giocatori. Ad esempio ora tutte le tappe sono di 3 giorni e si concludono il lunedì, quando si girano le ultime scene con i 6 players left (questo permette ai giocatori di non perdere troppe giornate di lavoro e di disputare il torneo principalmente nel week end). Il tour statunitense gira due episodi di un’ora l’uno in ogni tappa, e si svolge in casinò situati in stati come Colorado, Nevada, Minnesota, Iowa, Oklahoma, Indiana e Michigan.

Greg Raymer, il più grande campione dell’HPT

L’Heartland Poker Tour ha ormai legato il suo nome a quello di Greg Raymer, il professionista statunitense capace di entrare nella storia di questo show di poker, per averlo vinto ben 4 volte. Raymer era già noto per le sue tantissime imprese sui tavoli verdi, in primis la vittoria al Main Event WSOP 2004, ma a quanto pare non voleva esser da meno per l’HPT. Nel 2012 infatti, il grande giocatore ha vinto quasi 372.000$ in 4 tappe dell’Heartland Poker Tour: il “poker” di vittorie è arrivato da una tappa del New Mexico, una del Missouri, una dell’Iowa e l’HPT Open Championchip 2012.