Le Modiano non vanno bene per le WSOP! Polemiche

Azzurri alle WSOP 2015: Di Cicco al Millionaire Maker, problemi con le Modiano

Le World Series Of Poker 2015 si tingono di azzurro nel bene e nel male: per quanto riguarda i poker player segnaliamo Virgilio Di Cicco unico azzurro al Day 3 The Millionaire Maker, mentre si è aperta una polemica sulle carte da gioco Modiano made in Italy, che per Daniel Negreanu non vanno bene!

Daniel Negreanu e altri Pro: NO alle carte Modiano alle WSOP!

Eravamo davvero tanto orgogliosi che tutti i giocatori delle World Series Of Poker 2015 avessero qualcosa di italiano: le carte da gioco tenute in mano ovviamente. Parliamo delle carte Modiano, rigorosamente made in Italy, che però non stanno riscontrando successo ma anzi…. Pensate infatti che i migliori professional poker player si sono riuniti sui social media per criticare il loro utilizzo. In primis i problemi relativi alle carte Modiano sono stati segnalati dal pro canadese Daniel Negreanu, ma poi tantissimi altri giocatori si sono uniti al suo pensiero, facendo così sollevare un polverone sulla questione.

carte Modiano WSOP 2015 Cosa “non va” a Kid Poker delle carte da gioco plastificate Modiano? Ben più di una sola cosa. Prima di tutto le ritiene troppo sottili e di conseguenza facilmente segnabili. Egli stesso avrebbe notato che alcune carte in gioco apparivano evidentemente segnate dopo il loro utilizzo, ma soprattutto avrebbe evidenziato la poca differenza tra due semi: le picche ed i fiori. I loro disegni si confondono facilmente, e soprattutto quando le carte comuni sono sul board ed un giocatore non si trova seduto proprio nelle vicinanze, può capitare di confondere i due semi! Come anticipavamo sopra altri giocatori oltre a Negreanu hanno confermato che non si trovano affatto bene con queste carte. Che la Modiano sia disposta ad ascoltare le critiche ed a migliorare le proprie carte?

WSOP 2015 Event #16: 4 ITM ora solo Virgilio Di Cicco

Solo 142 giocatori rimangono adesso al “The Millionaire Maker”, l’evento delle World Series Of Poker 2015 da 1.500$ di buy-in e 7.275 iscritti. Anche l’Italia ha preso parte con i sui alfieri, di cui quattro hanno messo a segno ieri delle posizioni a premio. Tra i 747 giocatori di poker che si spartiscono il prizepool da 9.821.250$, troviamo Carlo Savinelli, Alessio Isaia, Cristiano Guerra ed Andrea Vezzani. Il primo dei nostri ad uscire nel Day 2 svoltosi questa notte a Las Vegas, è stato Vezzani out 679° per 2.749$ di premio. Più tardi è stato il turno di Isaia, che con il suo 428° posto intasca 4.517$. Carlo Savinelli conquista il 389° posto per 4.517$, mentre verso la conclusione della giornata di gioco tocca a Cristiano Guerra abbandonare il torneo, anche se con il suo 342° posto da 5.025$.

A passare il turno è invece Virgilio Di Cicco, che riprende il Day 3 all’84° posto e con 291.00 chips. Tra i big internazionali ancora in corsa segnaliamo Mike Sexton, Justin Bonomo, Olivier Busquet e Erick Lindgren. Chipleader è invece Justin Pechie con 979.000 chips e la prima moneta in palio è di 1.277.193. Ecco allora la Top10 attuale de l“The Millionaire Maker” WSOP 2015:

Justin Pechie 979.000 chips
Aaron Leonard 952.000 chips
Wendy Freedman 907.000 chips
Kelly Minkin 858.000 chips
David Miscikowski 850.000 chips
Steve Gross 847.000 chips
Bart Hanson 845.000 chips
Jeffrey Tanouye 841.000 chips
Blair Hinkle 837.000 chips
Viclouris Quinonez 833.000 chips