Poker Player ed investitori: stesso mestiere stessi rischi

Obiettivo del giocare a poker uguale a quello di un investitore

Avete mai pensato che gli obiettivi di un giocatore di poker, possano essere proprio gli stessi di quelli di un investitore? Sia se parliamo di un giocatore professionista che amatoriale, tutti hanno lo stesso scopo: investire il loro denaro centrando “il colpo giusto”.

Obiettivi di un poker player: uguali a quelli di chi investe fondi

I giocatori di poker che puntano a guadagnare determinati importi giocando sono i “grinders”, e se ci riflettete, hanno scopi ben precisi da portare a termine. Proprio come in uno sport, i grinders fanno pratica, seguono una disciplina precisa e puntano a prestazioni eccellenti che gli consentano di ottimizzare i loro investimenti iniziali. Li troviamo nel cash e nei tornei, a differenza dei “semplici” giocatori del cash che puntato a piccole vittorie giornaliere, o dei giocatori dei tornei che inseguono il sogno di una vittoria in grado di cambiargli la vita.

Ecco, tutte queste strategie e discipline adottare dai poker player, possono essere applicate direttamente al mondo degli investimenti.

Il teorema Gambler’s Ruin, la gestione del bankroll

C’è una teoria che risale al 1.600, e che si applica perfettamente sia al poker che agli investimenti: è il teorema Gambler’s Ruin. Si tratta di una complicata formula matematica, utilizzata in una serie di situazioni, e che ha prodotto una statistica. Il teorema dice che un giocatore con infinita ricchezza, uscirà sempre in anticipo ad un giocatore con ricchezza non infinita, ma che bisogna mostrare l’esatto opposto, cioè è bene tenere sott’occhio gli effetti della varianza giocando al massimo l’1 o 2 % del totale sul tavolo da gioco. In poche parole non importa quanto fortunato sia un giocatore, egli resisterà avendo un bankroll per sostenere le variazioni.

Giocatori di poker ed investitori: entrambi alle prese con il “rischio”

Investitori e giocatori di poker sono entrambi coinvolti in una situazione di rischio, ovviamente inteso rispetto al guadagno delle loro aziono. Gli investitori cercano di acquistare basso e vendere alto, e dal canto loro i giocatori di poker cercano situazioni in cui le probabilità sono a loro favore (ad esempio pagare un buy-in basso e arrivare vincere un premio molto alto). Entrambi gli obiettivi sono difficili da raggiungere poichè sia il giocatore che l’investitore prendono decisioni sulla base di informazioni incomplete. Questo rende la gestione del bankroll cruciale.

Gestire un investimento come il bankroll di un giocatore di poker

Ecco alcuni consigli per gestire un investimento, come farebbe un giocatore di poker con il proprio bankroll. Prima di tutto quando decidiamo di investire, bisogna mettere da parte un importo che sarà utilizzato esclusivamente per quel motivo, e che bisogna assicurarsi sia adeguato. Ad esempio un giocatore di tornei di poker dovrebbe avere un minimo di 100 buy-in prima di iniziare a giocare. Se l’investimento non sarà adeguatamente finanziato, si spenderà una percentuale troppo alta del bankroll anche per le tasse da pagare, e non sarete in grado di approfittare di situazioni realmente redditizie.

Non bisogna mai mettere a rischio più del 10% del vostro bankroll al giorno, per evitare di decimare le risorse: bisogna invece diversificare le modalità di investimento. Non si deve inoltre giocare o effettuare puntate più alte del proprio livello: se doveste perdere, questo vi impedirà di i giocare al livello normale. I giocatori di poker di successo infatti, anche di fronte alla scelta di giocare a livelli più alti con un potenziale ad alto profitto, di solito scegliere di non giocare proprio perchè perdere significherebbe che poi non possono tornare a giocare al loro livello normale.

Infine bisogna sempre sapere quando è il momento di lasciare il tavolo: per molti giocatori la regola generale è quella di giocare più a lungo, poiché questo dovrebbe rendere il tutto più redditizio, ed i professionisti del cash game di solito cercano di abbandonare il tavolo con il maggior numero possibile di profitti per quel giorno. Se state perdendo però, ricordate che i buoni giocatori sanno che continuare il gioco per pareggiare è una strategia perdente: riprovate un altro giorno.