WSOP, 7 anni di November Nine: l’idea ha funzionato?

I November Nine hanno un senso oppure no?

Da vari anni il tavolo finale del Main Event WSOP si gioca dopo 4 mesi di pausa: e se tutto tornasse come prima senza dover attendere il lungo periodo? Siete abituati ormai a sentire il termine “November Nine”, ma per tanto tempo non è stata questa la normalità.

Avete mai pensato che i November Nine non sono sempre esistiti ma sono solo sette anni che sono stati “creati”? Prima il Final Table del Main Event delle World Series Of Poker non veniva disputato dopo mesi e mesi ma subito. Ecco i motivi che magari non conoscete, per i quali hanno preso vita i November Nine, e alcune considerazioni sul caso se sia meglio o no, tornare al Final Table “vecchio stampo”.

November Nine: un “esperimento” creato dal marketing

Dal 2008 è stato deciso di spostare lo svolgimento del Final Table del Main Event WSOP dopo circa 4 mesi, da fine luglio a metà novembre. Vi siete mai chiesti i motivi di questo “esperimento” che dura ormai da 6 anni? Dietro al cambiamento, ovviamente c’è un ritorno economico: la Caesars e l’emittente televisiva ESPN, hanno in questo modo il tempo di promuovere l’evento nel migliore dei modi, e di ricavarne profitti più alti. Le telecamere puntate su di un Final Table composto da giocatori che nessuno conosce, non riscontreranno mai lo stesso impatti mediatico di giocare un Final Table composto da giocatori che nell’arco di quei 4 mesi hanno fatto parlare di se, e su cui stampa e midia si sono concentrati alla ricerca del futuro campione di poker del mondo!

Le sponsorizzazioni: un altro punto a favore dei November Nine

Oltre ai motivi sopra elencati per portare avanti le WSOP, c’è poi il “punto forte” delle sponsorizzazioni dei giocatori finalisti delle World Series Of Poker. Fino a quando il Main Event WSOP terminava “normalmente”, senza attendere 4 mesi, c’era una vera e propria corsa selvaggia delle poker room, ad accaparrarsi un accordo con uno dei November Nine, la sera prima che si svolgesse la finalissima WSOP. Questo creava problemi ai giocatori stessi, che non avevano il tempo di negoziare appropriatamente la loro sponsorizzazione, magari rifiutando alcune proposte di potenziali partner.

Il supporto di amici e partenti per i finalisti del Main Event WSOP

Posticipare di 4 mesi il Final Table WSOP, torna senza dubbio comodo anche ad amici, parenti e perché no fans, dei giocatori di poker candidati a titolo di campione del mondo di poker sportivo. Pianificare un viaggio a Las Vegas per chi si trova oltreoceano, è impossibile in un paio di giorni, mentre farlo nell’arco di qualche mese diventa possibile ed anche molto piacevole. Sicuramente ai November Nine torna utile sentire il calore ed il sostegno della loro famiglia in un momento tanti importante, cosa che non sempre poteva accadere quando si giocava un giorno dopo l’altro.

Tiriamo le somme sui telespettatori: il 2014 si registra un calo!

Dopo questi anni di November Nine, si può dire che l’idea ha funzionato oppure no? Prima di tutto guardiamo le cose da un punto di vista di quanti telespettatori hanno seguito l’evento. Il primo anno dei November Nine, nel 2008, la trasmissione ha registrato il 46 per cento più spettatori rispetto al tavolo finale del 2007: è stata vista da 2,4 milioni di persone, per un rating Nielsen di 1,9 ed è stata quindi un successo clamoroso. L’edizione dei November Nine WSOP 2015, ha visto l’episodio finale con solo 1,15 milioni di telespettatori, un rating 0,4, in calo del 6,1 per cento rispetto allo scorso anno, e questo non è un dato da considerarsi troppo positivo.

Sol i più devoti fan del poker seguono il lungo finale

Bisogna considerare che la finalissima delle WSOP non è un qualcosa di “semplice” da seguire, ma è una diretta che dura tantissime ore ed in cui non sempre è piena di action. Quest’anno la trasmissione iniziata il lunedì, è durata 12 ore! Altre 4 quella del martedì poi. Guardare un evento simile, se non si è dei grandi appassionati del poker, può risultare noioso. E’ vero infatti che i telespettatori che seguono il poker possono aver visto come si è giunti a quel Final Table (ESPN nei 4 mesi manda in onda le immagini del Main Event WSOP di quell’anno), ma è pur vero che i giocatori stessi non sono molto presenti in tv, ed al di fuori dei circoli di poker, non vengono ospitati in trasmissioni televisive per farsi conoscere meglio. Ci vuole dunque un grande interesse ed una grande convinzione per seguirsi tutto il Final Table WSOP!