WSOP 2014 ME: Martin Jacobson è il campione!

Lo svedese Martin Jacobson vince il main event wsop 2014

Un main event WSOP 2014 sorprendente che termina con la prima vittoria svedese di tutti i tempi. Da un final table a minoranza americana siamo passati al terzetto finale tutto estero e nord europeo e alla vittoria di Martin Jacobson.

WSOP 2014: la vittoria del poker nord europeo

Un main event che nel gran finale diventa un inno al poker nord europeo. Questa la definizione adatta a quello che è successo in questi November Nine delle WSOP 2014. I tre moschettieri del final day erano infatti provenienti da Svezia, Norvegia e Danimarca.

Jacobson, “killer” sin dall’inizio

Il nome di Jacobson è citato all’infinito durante questo main event WSOP 2014. Chipleader all’inizio del day 2AB, manterrà sempre ottime posizioni in alto alla classifica fino al day 6 che termina da chipleader. Al day 7, la giornata di gioco in cui vengono definiti i November Nine, termina all’ottavo posto, penultimo nel chipcount, seguito solo dal brasiliano Bruno Politano. Con uno stack di 14.900.000 chip era a molto meno della metà del chipleader, l’olandese Jorry van Hoof a quota 38.375.000 gettoni.

Martin Jacobson, che di esperienza a tavoli finali ne ha accumulata a più non posso, dopo alcune manovre da maestro riesce a procurarsi un certo respiro per le prossime fasi del torneo. Questo gli permette di arrivare in seconda posizione alla fine del day 8, prima giornata dei november nine.

Un november nine molto particolare

I november nine di questa edizione sono stati molto particolari con ben 6 nazionalità presenti al tavolo finale e solo 4 americani. Le nazioni rappresentate erano Svezia, Norvegia, Olanda, Brasile, Spagna e USA. Questa edizione è anche la prima in cui non c’è nessun americano nel terzetto finale.

Jorry van Hoof da chipleader a terzo

Il dominatore della prima giornata dei november nine è stato l’olandese Jorry van Hoof, dato per favorito anche da tutti i bookmaker che propongono quote per il ME WSOP 2014. Chipleader a luglio, mantiene questa posizione anche a fine day 8. Ma il day 9 si rivela molto più difficile, senza successi e con una costante perdita di stack, soprattutto a favore di Jacobson. Dopo meno di due ore Van Hoof esce al terzo posto per 3.806.402$.

WSOP 2014, un heads-up molto veloce

L’heads-up finale inizia con un enorme vantaggio di Martin Jacobson sull’avversario Felix Stephensen. 142.000.000 chip contro le 58.500.000 del norvegese. Nonostante una minima risalita di Stephensen che tocca quota 61.800.000 di chip, il duello finale termina in breve tempo con la vittoria si Martin Jacobson.

Hand #328: la mano della vittoria

Rimasto con sole 28.500.000 chip contro le 172.000.000 di jacobson, Stephensen apre con 3.500.000 e va all in chiamato da Jacobson per 28.300.000.
Jacobson 10♥ 10♦
Stephensen A♥ 9♥
Il boad mostra 3♣ 9♣ 10♥
Turn K♦
River 4♣
E l’urlo dei tifosi per Jacobson, amici, famiglia, amici pro e fan ha riempito l’aria.
Ecco il video dell’ultima mano

Marc Newhouse, la storia di questi November Nine

Indubbiamente sarà Mark Newhouse uno dei personaggi più citati in questi November Nine. Giò presente fra i November Nine nel 2013, insieme a Dan harrington è l’unico ad aver partecipato a 2 final tables consecutivi. Classificato al nono posto nelle WSOP 2013, Newhouse termina di nuovo nella stessa posizione. Uno scherzo del destino vista la sua avversione per il terminare al nono posto, avversione pubblicamente dichiarata in diverse occasioni.

Ecco la classifica finale dei november nine: I premi dei november nine WSOP 20142014.JPG

Arrivederci alle WSOP 2015!