Luca Moschitta 7º al WPT Nottingham

Luca Moschitta termina settimo al WPT Nottingham Stefano Garbarino quattordicesimo

Partiti fra i top 20 ad inizio day 4 del WPT Nottingham, nessuno dei 2 italiani superstiti riesce ad approdare al final table del torneo. Per Luca Moschitta, per giunta, impersona l’ingrata parte di bubble man del final table. Stefano Garbarino termina 14º.

L’inizio della quarta giornata del WPT Nottingham vedeva Luca Moschitta e Stefano Garbarino fanalini di coda del chipcount. Moschitta con 158.000 chip al 15º posto, Garbarino con 120.000 al 16º. Nonostante questo, Moschitta viene considerato un valido candidato al final table e alla vittoria. E in effetti sin dalle prime fasi di giornata Luca comincia a risalire la china. Al 22esimo livello il suo stack sale a circa 700.000 chip.

Moschitta raddoppia

Dopo aver perso una parte del suo stack ed essere a quota circa 500.000, Moschitta riesce a raddoppiare alle spese di Phillip Mighall. Ecco la mano sorprendente che porta Luca ad oltre 1 milione di chip:
Phillip Mighall apre per 40.000 da mid positiuon con uno stack di circa 1,3M. Luca Moschitta va all-in per 505.000. Mighall chiama:
Moschitta T♣T♠
Mighall Q♣Q♥
Quando il flop mostra K♠J♠T♥ il tris dell’italiano è seriamente minacciato da un possibile progetto di scala dell’inglese.
Turn 2♠
River 5♥

Moschitta raddoppia e si trova a circa 1 milione di chip!

Moschitta va di nuovo all-in con successo

Al 24º livello Moschitta va di nuovo all-in, questa volta contro Najib Kamand e di nuovoi riesce a rimpinguare il suo stack.
Najib Kamand apre a 55.000 da posizione hijack con uno stack di 375.000. Luca va all-in dai bnlinds e Najib Kamand calla. Questo lo showdown:
Moschitta: A♥K♣
Kamand: T♣T♦
Board: K♥9♠7♣6♦3♦

Moschitta sale a circa 1.500.000.

Moschitta perde un monster pot con A-A

La mano che si può dire è stata letale per l’italiano è quella giocata al 24º livello contro Cimbolas. Moschitta, con in mano A-A, apre da UTG per 55.000 e tre chiamano portando il piatto a 260.000. Il flop mostra J♦T♥8♦. Moschitta punta altre 77.000 chip, Cimbolas calla. Turn 4♠, le chip nel piatto sono 412.000. Cimbolas passa, Moschitta mette altri 190.000 gettoni nel piatto. Cimbolar rilancia per 560.000, Moschitta calla.
Al river scende 4. Il piatto ammonta a 1.492.000!

Cimbolas mette altre 662.000 nel piatto, Moschitta chiama. Cimbolas mostra Q-9 e scala. Buttando le carte nel mazzo, Luca rivela la sua coppia di A-A iniziale. Lo stack di Moschitta crolla a circa 245.000 chip.

Moschitta esce 7º per 32.000₤

La mano che segue immediatamente è di nuovo contro Cimbolas. In questa occasione Noschitta riesce a raddoppiare e risalire a 550.000 chip. I due si rincontrano anche alla manbo seguente. Moschitta va all-in con 450.000, Cimbolas calla.
Cimbolas A♦Q♥
Moschitta 5♦5♠
Board: K♣9♠4♣Q♠A♥
È la fine del torneo per Luca Moschitta che è anche il bubble man del final table.

Stefano Garbarino esce al 14º posto per 12.000₤

Stefano Garbarino non riesce invece a rimontare come il connazionale. Dopo l’eliminazione di Charlie Combe in 16ª posizione per 10.200₤ e di Nic Markou in 15esima per 12.000₤, arriva il turno di Garbarino. Rimasto ormai super short, Garbarino va all-in per 80.000. L’eliminazione è ad opera di Matas Cimbolas che sarà il chipleader a fine giornata. Ecco la mano dell’eliminazione:
Cimbolas: A♣K♦
Vinson: Q♦J♦
Garbarino: Q♠9♥
Il board mostra: 7♠5♠5♣A♥9♣

Niente da fare per il 9-9 di Garbarino contro l’A-A di Cimbolas. L’italiano esce 14º per 12.000₤.

Ecco le posizioni e i premi dei 4 italiani che hanno terminato il WPT Nottingham a premio:
Luca Moschitta 7º - 32.000₤
Stefano Garbarino 14º - 12.000₤
Marco della Tommasina 19º - 14.100₤
Antonio Buonanno 33º - 10.183₤

Alle 15:30 ora italiana parte il tavolo finale. Seguitelo qui su poker.it!

Ecco i 6 finalisti:

  1. Matas Cimbolas - 3,534,000
  2. Ben Warrington - 2,616,000
  3. Tamer Kamel - 1,844,000
  4. Antoine Saout - 1,086,000
  5. Patrick Leonard - 836,000
  6. Phillip Mighall - 710,000