Problemi ai tavoli di blackjack per Ben Affleck

Ben Affleck, il blackjack e la ludopatia

Contare le carte ai tavoli di blackjack è vietato, ma Ben Affleck è stato sorpreso a farlo nei casinò di Las Vegas. Bannato dai tavoli verdi che preferisce, Affleck è stato anche accusato di essere un giocatore compulsivo con problemi di ludopatia, ma si è immediatamente difeso dichiarando che se fosse stato proprio così, i casinò non lo avrebbero allontanato.

Ben Affleck adora i tavoli verdi di Las Vegas

Tantissimi personaggi del mondo dello spettacolo amano il gioco e non disdegnano passare un po’ di tempo con le carte in mano, ma la questione che sta interessando da mesi Ben Affleck è un po’ diversa. Il noto attore, sceneggiatore, regista e produttore cinematografico statunitense è stato visto tantissimi volte a Las Vegas all’interno dei grandi casinò, dove a quanto pare, predilige giocare a poker cash game ed a blackjack. Proprio il blackjack sarebbe la sua passione più grande, una passione che però qualcuno dice lo abbia fatto bannare da alcuni casinò, dove giocava effettuando puntate che partivano da un minimo di 1.000$, fino ad arrivare ad un massimo di 20.000$.

Contare le carte a blackjack, non è consentito

Da quanto dichiarato da Affleck, la sua persona non sarebbe stata bannata da nessuna struttura, ma il “contenzioso” sulla conta delle carte è rimasta sempre e solo una questione marginale. Esattamente si tratta di una polemica che fece parlare di lui nella scorsa primavera, quando l’Hard Rock Casinò lo riprese proprio per aver contato le carte nel gioco del blackjack. L’attore ha specificato che ha imparato a contare le carte esclusivamente per interesse al gioco e per divertimento personale, quando qualche anno fa stava facendo una vacanza con la consorte.

Bisogna dire però, che il conteggio delle carte è considerato illegale dai casinò, poiché offre al giocatore un vantaggio netto e considerato “sleale” rispetto agli altri concorrenti che vincerebbero di meno. Per questo motivo altre strutture da gioco oltre l’Hard Rock Casinò, hanno messo Ben Affleck in una lista di giocatori bannati dai tavoli di blackjack.

Affleck giocatore compulsivo? L’attore si difende

Affleck ha effettivamente ammesso anche lui che alcuni casinò gli hanno detto di non giocare proprio a blackjack nella loro struttura (perché a conoscenza della sua “tecnica” di contare le carte prima di puntare), tuttavia gli stessi casinò gli hanno dato il benvenuto per qualsiasi altro divertimento o intrattenimento offerto. Da tutta la vicenda poi, alcuni titoli errati su quanto accaduto, esaltavano la possibilità che Affleck fosse un giocatore compulsivo affatto da problemi di ludopatia. A queste “accuse” l’attore ha risposto in modo abbastanza deciso, dichiarando che (queste le sue testuali parole) “quando sei un giocatore compulsivo, lo staff del casinò non tende ad allontanarti dai tavoli”. Come dargli torto del resto? C’è poi da dire che Affleck vista la sua brillante carriera, non ha certo bisogno di soldi (ma anzi ha partecipato a tavoli di poker benefici per devolverli!) e soprattutto di guadagnarseli in modo illegale.