WSOP 2014 Main Event Day 1C: volano Astarita e Rizzo

Astarita e Rizzo in evidenza al Day 1C ME WSOP 2014

17 gli italiani che superano il Day 1C del Main Event WSOP 2014. In evidenza Giulio Astarita e Giovanni Rizzo che viaggiano entrambi sulle 80.000 chips. Volano al Day 2 anche Muhamet Perati, Walter Treccarichi, Cristiano Guerra, Davide Suriano, Andrea Benelli. Fine dei giochi, invece, per Alex Longobardi, Gianluca Rullo, Fabio Coppola, Ferdinando Lo Cascio.

Giornata incandescente quella che si è appena conclusa al Casino del Rio. Di scena il Day 1C del Main Event WSOP 2014 che ha visto presentarsi ai tavoli ben 3768 giocatori che hanno letteralmente gremito la sala da gioco. 6683 i giocatori totali di questo Main Event e numeri davvero confortanti per il poker mondiale che superano di qualche centinaia di unità quelli delle due edizioni precedenti. Un contesto che ha letteralmente favorito i giocatori italiani con 17 player ad aver superato il Day 1C e con Giulio Astarita e Giovanni Rizzo in evidenza. Prima moneta da 10.000 dollari per un prizepool da capogiro.

Giulio Astarita e Giovanni Rizzo in evidenza al Day 1C

Dunque, cala il sipario sull’ultimo dei Day 1 del Main Event WSOP 2014. A guidare il chip count c’è l’ottimo Eric Tracey qualificato al Day 2 con uno stack 206.175. Ottima prova anche per Phil Ivey, già vincitore di un braccialetto in queste WSOP 2014, che si piazza secondo con 187.025 chips. Fra gli italiani, come accennato in precedenza, spiccano le prove di Giulio Astarita, chip leader degli azzurri, che sarà al Day 2 con 80.100 chips, e quella di Giovanni Rizzo con 80.000. Sul gradino più basso del podio Andrea Buonocore con all’attivo uno stack pari a 74.925 chips.giovanni-rizzo-al-day2-Main Event-WSOP-2014.jpg

Main Event WSOP 2014: italiani che superano il Day 1C

Ma il Day 1C non è stato soltanto il momento di gloria di Giulio Astarita e Giovanizzi Rizzo. E fra i 17 giocatori italiani che hanno passato il turno spiccano dei grandi nomi del nostro poker. Tra questi ci sono Roberto Begni (60.525), Muhamet Perati (55.800), Walter Treccarichi (48.575) che per il momento non ha certamente brillato alle WSOP 2014. A questi aggiungiamo altri che si trovano nelle parti meno nobili del chip count come Cristiano Guerra (33.000), Davide Suriano (23.475) e Andrea Benelli (17.325).

  1. Giulio Astarita - 80.100
  2. Giovanni Rizzo - 80.000
  3. Andrea Buonocore - 74.925
  4. Roby Begni - 60.525
  5. Mario Perati - 55.800
  6. Walter Treccarichi - 48.575
  7. Alfonso Amendola - 47.000
  8. Marco Apicella - 43.000
  9. Marco Della Tommasina - 43.000
  10. Lorenoz Gemmi - 38.000
  11. Cristiano Guerra - 33.000
  12. Gaetano Preite - 31.300
  13. Davide Suriano - 23.475
  14. Antonio Scalzi - 22.000
  15. Alessandro Caria - 20.000
  16. Andrea Benelli - 17.325
  17. Giorgio Silvestrin - 12.500

Out Mosele, Longobardi, Coppola, Rullo, Lo Cascio

Fra i giocatori italiani che invece non sono riusciti a lasciare il segno in questo Main Event WSOP 2014 c’è Massimo Mosele, eliminato subito dopo la prima pausa di giornata (Ax Qx contro Tx Tx e board nullo). Poco prima della pausa cena abbandonano il campo anche Gianluca Rullo e Alex Longobardi e subito dopo è il turno di Fabio Coppola, terzo all’evento 63, e uscito in un cooler Kx Kx contro Ax Ax. Tanta sfortuna anche per Ferdinando Lo Cascio che termina la sua corsa ai campionati del mondo dopo una giornata da dimenticare.

E prima di darvi appuntamento al primo dei Day 2 vi lasciamo con il payout delle prime nove posizioni, ovvero quei giocatori che rivedremo a Novembre per l’atto conclusivo delle World Series of Poker.

  1. 1st $10,000,000
  2. 2nd $5,145,968
  3. 3rd $3,806,402
  4. 4th $2,848,833
  5. 5th $2,143,174
  6. 6th $1,622,080
  7. 7th $1,235,862
  8. 8th $947,077
  9. 9th $730,725