Il Texas Hold’em disciplina principe delle WSOP

Non solo Texas Hold'em alle WSOP 2014

Tante novità in questa edizione delle World Series of Poker ma il Poker Texas Hold’em ancora una volta si conferma la disciplina più apprezzata dai player. 39 su 65 gli eventi all’insegna di questa variante anche se alle WSOP 2014 non mancheranno quattro eventi lowball, sette eventi Mixed Games e 15 tornei tra Omaha e Stud.

65 tornei di poker, tantissimi pro che non mancheranno l’appuntamento ed un’edizione ricca cambiamenti. Si presentano così le WSOP 2014 che a partire da domani, martedì 27 maggio 2014, faranno di Sin City il centro del mondo pokeristico. Tuttavia, nonostante le novità di questa edizione e senza nulla togliere alle altre specialità, le World Series of Poker anche quest’anno hanno mantenuto una presenza massiccia di tornei di Poker Texas Hold’em, la variante che ha da sempre riscosso il successo maggiore.

WSOP 2014: protagonista sempre il Poker Texas Hold’em

Questa tendenza è stata evidente fin dall’inizio, ma si è fortificata strada facendo e soprattutto a partire dal 2005 quando ha raggiunto una percentuale del 71.1% e nell’edizione successiva con addirittura il 75,6% degli eventi all’insegna del Poker Texas Hold’em. E anche quest’anno, con le WSOP 2014 alle porte, (seppur con una lieve riduzione rispetto alle annate precedenti) questa variante sarà ancora una volta il protagonista dei campionati del mondo con 39 tornei su 65 a rappresentare il 60% totale. C'è chi per scherzo denomina il campionato "World Series Of Texas Hold'em", e non ha tutti i torti: dalle WSOP 2000 alle WSOP 2014, il texas hold'em è stata la specialità di poker dominante come emerge dal grafico qui di seguito.

clicca qui per vedere il grafico ingrandito

World Series of Poker: le altre varianti presenti nel 2014

E quali saranno gli altri protagonisti di queste WSOP 2014? Oltre al Poker Texas Hold’em ci saranno ben quattro eventi lowball, la più alta percentuale mai vista nella storia delle World Series of Poker, ci saranno sette eventi Mixed Games e 15 tornei tra Omaha e Stud, non la più alta percentuale della storia dei campionati del mondo, ma sicuramente una presenza degna di nota. Nulla dire, dunque, sul fatto che il Poker Texas Hold’em rimane la disciplina di maggior successo, ma largo ad altre specialità di nicchia apprezzate da molti pro.

WSOP-2014-numero-di-tornei-nelle-varie-specialita.jpg

16 tornei di poker a buy maggiore di $10.000

Ultima novità di queste WSOP 2014 sarà una massiccia presenza dei tornei a buy in elevato che parte da un minimo di 10.000 dollari: saranno ben 16 le competizioni di questo tipo. Fino al 2008, infatti, le World Series of Poker non si erano presentate con più di tre eventi dal costo d’iscrizione elevato. Ma ora, a distanza di anni, la musica sembra davvero cambiata. L’appuntamento, allora, è per domani con il primo appuntamento dei campionati del mondo che vedrà fronteggiarsi, come vuole la tradizione, i dipendenti del casino del Rio.