USA: poker online e marijuana legali? Il sondaggio

sondaggio usa su legalizzazione di poker online e marijuana

I sondaggi USA che hanno esaminato la legalizzazione del poker online sono sempre stati tendenziosi dato che finanziati da società di gaming (risultati positivi) o dalla lobby repubblicana (risultati negativi). Un recente studio universitario “indipendente” mostra sorprendenti risultati su legalizzazione del gioco online rispetto a quella della marijuana.

L’ultimo sondaggio su legalizzazione poker online e marijuana

Nel sondaggio della Farleigh Dickinson University’s Public Mind sono stati intervistati nel mese di aprile oltre 1100 adulti ai quali è stato chiesto il loro parere sulla legalizzazione di gioco e poker online e della marijuana. I risultati sono stati alquanto sorprendenti: la maggioanza degli intervistati sono a favore della legalizzazione della marijuana (52%) contro i 20% a favore della legalizzazione di gioco e poker online. Solo il 4% si sono dichiarati favorevoli alla legalizzazione di entrambi, mentre il 18% erano non vogliono vedere legalizzare alcuna di queste attività.

L’attuale sondaggio mostra risultati in linea con quelli degli ultimi anni. I primi sondaggi, effettuatti nel 2010, prima del famigerato “Black Friday” quando vennero bloccate le maggiori poker room attive sul mercato americano, mostrano più o meno gli stessi risultati, sarebbe a dire una preferenza per la legalizzazione della marijuana piuttosto per quella del poker online e dei casinò online. Nel 2010 il rapporto fra quelli in favore della legalizzazione di entrambi era 67% per la marijuana contro i 21% per il gioco online. Nel 2012 il rapporto si è ridotto a 60% / 27%.

L’attuale sondaggio, quindi, è quello che mostra i risultati migliori per la regolarizzazione del gioco e poker online rispetto a marijuana confrontato a tutte le altre precenti inchieste.

Poker online: contrari sia repubblicani che democratici

Le risposte degli intervistati riguardo la legalizzazione del poker online e del gioco online non sono influenzate né da tendenze politiche e né dal sesso degli intervistati: nelle risposte dei democratici il rapporto delle persone contrarie è di 64% contro i 27% a favore, dei repubblicani 66% / 24%. Fra gli uomini sono contrari a tutto 64% contro 25% a favore mentre fra le donne il rapporto è 69% / 20%.

Marijuana: favorevoli sia repubblicani che democratici

I risultati sono completamente opposti quando affrontata la questione della legalizzazione della marijuana: alla domanda se permettere l’uso limitato di marijuana a scopo ricreativo la maggioraza si rivela a favore: i democratici con un rapporto di 63% pro e 33% contro, i repubblicani 58% / 37%, gli uomini 54% / 41% e infine le donne con un rapporto di 48% a favore e 47% contro.

Questa sorprendente differenza nell’approccio ai due argomenti deriva molto probabilmente dal livello d’informazione sulle due questioni delle persone che hanno risposto al sondaggio. Infatti mentre l’86% degli intervistati ha detto di conoscere ed essere aggiornato sulla questione marijuana, solo il 34% lo erano sull’argomento gioco e poker online.

Questo sondaggio non sarà sicuramente l’ultimo studio in materia, ma perlomeno è il primo ad essere stato obiettivo e non influenzato dalle parti in contrasto su queste questioni negli USA.