Nevada, 1 anno di poker online legale: già crisi?

In Nevada i primi bilanci del poker online non sono buoni

Il Nevada Gaming Control Board ha reso noti i primi dati sulla raccolta del poker online, che quasi da un anno ha fatto legalmente il suo ingresso in Nevada. Non si tratta di dati positivi, e ci si preoccupa per una crisi del settore. Tutti i dettagli di seguito.

Quasi un anno dall’arrivo del poker online in Nevada

Siamo ormai al traguardo di un intero anno per il poker online legale in Nevada, stato degli USA che dopo il Black Friday, è stato il primo a permettere agli appassionati del Texas Hold’em, di tornare a giocare davanti al loro pc. Era infatti aprile 2013 quando questo settore veniva regolamentato, e quando aprivano le prime poker room.

Solo 3 poker room attive, ma il mercato sembra già pieno

Da quando si è riaperto il mercato del poker online in Nevada, solo tre poker room hanno fatto il loro ingresso nel settore. Si tratta di Ultimate Poker (di proprietà di Fertita Interactive), di quella più frequentata ovvero la WSOP.com (della Caesars Entertainment), e di Real Gaming (di South Point). Pochi giorni fa, il Nevada Gaming Control Board (NGCB) ha finalmente rilasciato i primi dati finanziari, che ovviamente, riguardano proprio queste room. Da quello che emerge, i dati non sono positivi e il mercato non potrebbe probabilmente sorreggere l’arrivo di altre room.

I ricavi del poker online delle 3 poker room in Nevada

Il NGCB ha recentemente reso noto che, per il mese di Febbraio, i ricavi del poker online relativi alle tre aziende, sono stati solo di 824.000$ totali, meno della media che era prevista, di circa 1 milione di dollari al mese. Con questi dati negativi, molte delle aziende che avevano ottenuto le licenze di apertura delle poker room in Nevada, anche se non hanno fatto dietro front, hanno comunque preso un “periodo di riflessione” prima di investire in questo settore. La NGCB, gli ha concesso infatti delle proroghe di 6 mesi.

Troppi pochi giocatori nelle room, WSOP.com la numero 1

Sono stati resi noti alcuni numeri sull’affluenza di players nelle room del Nevada: secondo PokerScout la poker room più frequentata, la WSOP.com, ha avuto una media di 100 giocatori negli ultimi 7 giorni, Ultimate Poker una media di 60 nel medesimo periodo, e Real Gaming ancora meno. Questi dati risultano decisamente negativi, se si prende in considerazione il fatto che servono un totale di almeno 500 giocatori al giorno per mandare avanti una poker room.