Mini IPT Nova Gorica 2014, è Final Table!

Oggi il vincitore del Mini IPT Nova Gorica 2014, Cesare Raso chipleader

Oggi pomeriggio si gioca l’ultima giornata del Mini IPT Nova Gorica 2014, con i 9 players left che cercheranno tutti la prima moneta da 21.000€. In gara dopo il Day 3 di ieri troviamo 7 giocatori italiani, uno sloveno ed un estone. Cesare Raso è il chipleader di questo Final Table.

Mini IPT Nova Gorica 2014: Escobar e Safina ITM

Il Day 3 di ieri ha visto l’attesissimo scoppio della bolla proprio come ci si attendeva, dato che i posti pagati erano 23 a fronte di 25 giocatori che iniziavano la lunga giornata di gioco. A rinunciare al premio più basso di 1.000€, è stato sia un italiano (Alberto Favaro 25° classificato), che il bubbleman, l’austriaco Jorg Kleindiest. Sono usciti di scena ma comunque In The Money, alcuni italiani abbastanza noti in questo circuito. Il Mini IPT Nova Gorica 2014 è terminato con un premio di 1.000€ per Giovanni Safina che nel 2010 scalò un WPT ma che ora si è fermato 18°, e con un bottino del medesimo importo per Gianluca Escobar uscito 16°.

Cesare Raso 1° al Final Table di oggi

Il Mini IPT Nova Gorica 2014 che ha registrato 290 iscritti, messo in palio un montepremi totale di 75.951€ e regalerà oggi un 1° premio da 21.000€, è rimasto dunque ora con soli 9 giocatori. Sono loro che compongono il Final Table di un evento firmato PokerStars e PaganoEvents, pronto a regalare nuove emozioni. Primo tra tutti troveremo Cesare Raso, chipleader decisamente distanziato dal 2° giocatore in lista, Fabrizio Cocco. Raso ha uno stack che arriva a poco meno del doppio di quello medio, che si aggira sulle 644.444 chips. Sopra average ma di poco, anche il 3° del chipcpunt, lo sloveno Nader Sarhan. Ecco allora il chipcount esatto di questo Final Table che si disputerà nel pomeriggio:

1. Cesare Raso, Italia, 1.235.000 chips
2. Fabrizio Cocco, Italia, 731.000 chips
3. Mitja Rudolf, Slovenia, 722.000 chips
4. Nader Sarhan, Italia, 715.000 chips
5. Carlo Leggio, Italia, 596.000 chips
6. Giovanni Raffa, Italia, 500.000 chips
7. Imre Leibold, Estonia, 469.000 chips
8. Maurizio Ceripa, Italia, 451.000 chips
9. Pierluigi Barca, Italia, 378.000 chips

Il payout dei primi 9 posti al Mini IPT Nova Gorica 2014

Come anticipato sopra la prima moneta del torneo supererà i 20.000€, e bisogna anche dire che si distanzierà molto dagli importi che andranno agli altri giocatori. A meno che non si assisterà ad un deal, il 1° classificato riceverà ben 10 volte quello che andrà a chi si fermerà 8°. Per farvi capire di cosa parliamo, ecco il payout completo del Final Table che prenderà il via tra poco a Nova Gorica:

1. 21.000€
2. 12.000€
3. 7.000€
4. 5.500€
5. 4.500€
6. 3.500€
7. 2.600€
8. 2.100€
9. 1.625€

Il Mini IPT, un trampolino di lancio per Pro come Mustapha Kanit

I giocatori di poker scelgono i tavoli verdi del Mini IPT per i più svariati motivi: c’è chi è attirato dal buy-in contenuto, chi vuole partecipare ad un evento firmato PokerStars, chi si trova in zona per l’IPT ed allora si diletta anche sui tavoli del Mini Ipt, e così via. Il field di giocatori del Mini IPT è quindi sempre composto da players “amatoriali”, ma anche da semi-professionti che poi riescono a farsi ben valere nella loro scalata al professionismo. E’ questo il caso di Mustapha Kanit, che prima vedevamo spesso sui tavoli verdi del Mini IPT. Il “mustacchione internazionale” che si è appena portato a casa 492.600$ al 25K High Roller PCA 2014, vinse nel 2010 una tappa proprio del Mini IPT. Lui che adesso gioca tra i più grandi professionisti del mondo e fa valere il poker azzurro ovunque si rechi, fece echeggiare il suo nome al Casinò Portomaso nel novembre 2010, quando superò un field di 145 giocatori e si aggiudicò la prima moneta da 24.000€. A questo punto ci si chiede se ci siano nuovi fuoriclasse nascosti nei field delle varie tappe del Mini IPT, soprattutto pensando a quelle in programma nel 2014.