Dario Minieri divorzia da Pokerstars: 10 commenti

Dario Minieri divorzia da Pokerstars: 10 commenti

Dario Minieri non è più sponsorizzato da Pokerstars. A dichiarare la notizia Darietto in persona sulla sua pagina facebook. Immediata la reazione di gran parte della comunità tra chi è solidale e chi no. In questa news i dieci principali commenti raccolti in giro per il web dei poker pro più illustri.

Da sette anni ormai quello di Dario Minieri è un volto che abbiamo sempre associato alla poker room dalla picca rossa. Dopo tutto questo tempo, però, il matrimonio più famoso del poker italiano termina non senza una velata dose di tristezza che trasuda dalle parole del poker pro. A dare la notizia Darietto in persona che scrive così sulla sua pagina facebook: “Dopo sette anni si conclude la mia esperienza con PokerStars senza rancori o rammarichi. Ringrazio l'azienda per questo lungo periodo nel quale sono tanto maturato […]”.

Dario Sammartino su Dario Minieri

Una notizia che ha portato non poco scalpore nella comunità pokeristica e che ha diviso in due parecchi poker pro. C’è chi pensa ai risultati, chi al valore del giocatore, chi al fatto che è stato proprio Dario Minieri a portare il poker nelle case degli italiani. A proposito scrive Dario Sammartino: “[...] Tutti quelli che amano questo gioco dovrebbero ringrazialo, compreso me, perché è stato lui che ha portato il texas holdem in tutte le case degli italiani ed è stato lui a far capire agli Italiani la figura del Professional poker Player [...]”.

Carlo Savinelli ed Enrico Mosca: altri commenti

Anche Carlo Savinelli la pensa come Dario Sammartino, tanto da scrivere sul suo profilo: “Mi fa davvero strano vedere gente che parla a caso sulla fine della sponsorship di Dario Minieri con Pokerstars. Io credo che lo si possa solo ringraziare per tutto quello che la sua figura è riuscita a fare per il movimento.” Le catene di Sant’Antonio, però, proseguono su facebook anche con Enrico Mosca, abbastanza deciso nel dire che “Il bello di questo gioco è che tutti parlano di tutto ma la maggior parte delle volte parlano come giocano .....a caso”.

Max Pescatori e Giannino Salvatore salutano Darietto

Insomma una comunità che sembra mettersi quasi totalmente dalla parte di Dario Minieri. Fra questi ci sono Max Pescatori che scrive sulla bacheca di Dario: “Good Luck Darietto, se hai bisogno di qualche consiglio il mio telefono è sempre aperto”, Giovanni Salvatore che risponde al post di Sammartino in questo modo: “Dario ha fatto grande Pokerstars ma non solo ... con le sue giocate fuori dal comune viste da milioni di ragazzini i quali hanno ingrossato le entrate di tante poker room, di sicuro per lui non è facile sedersi al tavolo e giocare con serenità. Ci sarà sempre il fenomeno che vuole buttarlo fuori sicuramente incide anche questo nei risultati non eccellenti live di Dario […]”.

Mario Adinolfi: una voce fuori dal coro?

Non tutti, però, la pensano in questo modo. Secondo alcuni, infatti, alla base delle sponsorizzazioni sono necessari i risultati: “Dario Minieri ha fatto senz'altro la storia del poker in Italia – scrive Adinolfi su facebook - Detto questo dalla fine del 2010 ad oggi ha vinto meno di sessantamila euro nei tornei live, neanche ventimila euro all'anno in media, a fronte di un investimento di PokerStars sulla sua persona che complessivamente nello stesso periodo è stato a sei zeri. Quando il mondo del poker imparerà a essere meno emotivo e a capire che questo è un comparto industriale, con logiche industriali, faremo un passo avanti.

La discussione tra Sergio Castelluccio e Mario Adinolfi

Da qui una discussione nata con Sergio Castelluccio che in mezzo alla pioggia di commenti risponde ad Adinolfi: “Non credo che si investa su un team pro per averne un ritorno di risultati nei tornei live, Mario.” E in tutta risposta Adinolfi scrive: “Sergio, se non lo si fa si sbaglia. Il team pro deve portare comunicazione epica, vittorie che si raccontano, pagine di giornali. Altrimenti non serve proprio a niente. O il team pro porta comunicazione o non ha nessun senso.” Ma Castelluccio rimane del parere che Dario Minieri è il giocatore più conosciuto e che l’investimento valeva la pena.

Manlio Ielmina concorda con Castelluccio

Dello stesso parere di Sergio Castelluccio è Manlio Ielmina che scrive: “Scusa Mario, a prescindere che Dario rimane un grande comunicatore di poker, basti vedere quanta gente ha parlato del mancato rinnovo di pokerstars rispetto a tutti gli altri players tagliati…..mi piacerebbe sapere, perché credo sia molto difficile, come pensi sia possibile fare uscire il poker dal suo microcosmo e farlo divenire un qlcsa di concepibile ai più….”

Filippo Candio risponde

E non ci è andato tanto per il sottile anche Filippo Candio “Ho cancellato i miei msg. Discutere in questa pagina non serve a niente e non credo che Adinolfi solo perché gioca a poker come milioni di persone al mondo possa credere di rappresentare e definire qualcuno. Ci fosse capitato Giuliano Ferrara avrei apprezzato di più ahimè ci dobbiamo tenere Adinolfi”. Insomma, Dario è fuori dal team pro Pokerstars, ma secondo la maggior parte dei pro rimane sempre un grande a cui auguriamo di tornare a vincere il prima possibile!