Poker Online USA: dal Delaware al New Jersey

Poker Online USA: dal Delaware al New Jersey

E’ il secondo stato ad ver aperto le porte al poker online USA ed ai casino online. L’utenza, però, è stata bassissima e i risultati deficitari. Del resto in Delaware gli abitanti sono cir5ca 900.000 ed è difficile pensare ad una vera statistica. Appuntamento, allora, al 26 novembre quando ad aprire i battenti sarà il New Jersey.

Mentre in Italia proseguono le peripezie legate al poker live, negli Stati Uniti d’America il vento nei confronti del poker online, ostracizzato dopo il Black Friday, sembra essere cambiato. Il Delaware, infatti, è divenuto il secondo stato dopo il Nevada ad approvare una regolamentazione per il gioco online in generale. I dati, però, sono diversi da quelli che ci si aspettava e chi pensava ad un successo immediato probabilmente ha fatto i conti senza l’oste.

Un’utenza per il momento bassissima

Diciamo, innanzitutto, che la densità di popolazione del Delaware non è poi così elevata e con i suoi 900.000 abitanti probabilmente non è adatto per un campione su larga scala. Certo è, però, che nel corso della prima giornata gli utenti sono stati soltanto 24; un numero che è salito si qualche unità nella seconda, ma che tuttavia rimane sempre insoddisfacente. Colpa di qualche problema tecnico iniziale che ha fatto slittare le data al 7 novembre? Oppure di mancato disinteresse da parte dei giocatori?

Aspettando il New Jersey

Per quello che possiamo dire noi, però, un piccolo stato come il Delaware non potrà certamente fare la parte del leone in un mercato che già vede il Nevada in vetta e che aspetta l’entrata del New Jersey, ovvero l’altro grande concorrente nel mondo del poker e del gioco d’azzardo. E infatti non è bastata neanche l’apertura ai casino online, che rappresenta un inedito sul suolo americano, insieme a dei bonus di benvenuto ultra convenienti, a portare un’utenza maggiore.

Una legge sull’autoesclusione

E allora la grande attesa è per il 26 novembre quando anche il New Jersey aprirà la strada al poker online e a questo mercato in generale. Per il momento, infatti, le cose procedono e nello stato di Atlantic City è stata appena approvata una regola che riguarda l’auto esclusione da parte di tutti quei giocatori che credono di rischiare la ludopatia. Un altro segnale di come le acque si stiano muovendo anche in questo stato. E allora sarà possibile a breve un mercato unificato?