Dario Sammartino unico azzurro all’EPT Londra

Dario Sammartino unico italiano all’EPT Londra 2013

Una giornata davvero nera quella di ieri per i nostri players impegnati sui tavoli dell’EPT Londra 2013. Di 10 azzurri che iniziavano il Day 2, solo uno riusciva a passare il turno: è stato Dario Sammartino a non uscire di scena, ed ora è lui l’ultima chance per l’Italia.

Oggi l’European Poker Tour prosegue con un Day 3 nel qual è previsto lo scoppio della bolla, poiché dei 107 players left ieri, ben 87 andranno a premio. L’Italia confida ormai solo in Dario Sammartino, unico rappresentante del tricolore rimasto in gara all’EPT Londra 2013, evento che potete seguire qui oggi in diretta streaming a partire dalle 13:00.

EPT Londra 2013: il 1° premio arriva a quota 560.980£!

Dopo l’epilogo del Day 2, nel quale all’inizio era ancora possibile registrarsi ed entrare in gara, è stato formato e reso noto il payout dell’ EPT Londra 2013. Grazie a 604 giocatori totali che hanno pagato il buy-in da 5.250£, il prizepool è arrivato a 2.929.400£ che verranno distribuiti ai migliori 87 players. I premi andranno da un minimo di 9.080£, fino ad arrivare a quelli ricchissimi delle prime tre posizioni: 249.850£ per il terzo posto, 349.200 per il secondo, e addirittura 560.980£ per la prima moneta che andrà al campione.

9 italiani su 10 out: al Day 3 solo Dario Sammartino

Anche le previsioni più negative non avrebbero fatto una stima simile, infatti il 90% del field azzurro in gara ieri, è uscito di scena. L’EPT Londra 2013 è terminato per Stefano Terziani, Roberto Masullo e Mustapha Kanit che hanno dovuto rinunciare al sogno del trofeo a forma di picca già nei primi livelli di gioco, ma poi sono stati seguiti da loro “colleghi” illustri come Cristiano Blanco, Luca Pagano e Dario Minieri. Proprio quest’ultimo è stato il protagonista di una serie di mani decisamente sfortunate che si sono concluse con una riduzione significativa dello stack, e questo ha spinto il pro di PokerStars.it a mettere le sue ultime chips in gioco contro il pro statunitense Jeff Gross. La coppia di 9 in possesso di Minieri partiva però in netto svantaggio contro la coppia di K di Gross, che tra l’altro trovava anche un terzo k sul board. Nulla da fare dunque per il talentuoso romano.

Out anche Davide Suriano e il giocatore del momento Luca Moschitta, che su Facebook ha comunicato così ai suoi fans l’uscita: “Out dall'EPT di Londra 120k pot KQs vs TT pf”. Per quanto riguarda invece un altro big nostrano quale Salvatore Bonavena, bisogna sottolineare la sua risalita avvenuta all’inizio della giornata, quando ha incrementato significativamente il suo stack. Purtroppo però in seguito anche lui non è riuscito a passare il turno per il Day 3.

Sammartino riparte oggi short stack

Prosegue dunque l’EPT Londra 2013 solo Dario Sammartino, che però non se la passa proprio bene in termini di chips. Tra i 107 players left, Sammartino è nelle posizioni più basse del chipcount con 62.600 chips, a fronte di uno stack medio pari a 164.000 chips, e se vogliamo anche a fronte del chipleader che ne detiene 628.200. Da considerare poi che il Day 3 ripartirà dal livello di gioco numero 15, quindi livello con bui da 1.500-3.000 chips più ante 400. Ce la farà il nostro Sammartino a risalire? Noi glielo auguriamo davvero!

Il rumeno Tudor Purice chipleader: ecco la Top10

A chiudere come chipleader del Day 2 EPT Londra 2013 è stato il player rumeno Tudor Purice, che ha superato campioni del calibro di Daniel Negreanu, Sam Trickett, Live Boeree e Jason Mercier usciti anche loro ieri dal torneo. Ecco allora una panoramica relativa ai primi 10 giocatori nel chipcount dopo la conclusione del Day 2:

1. Tudor Purice 628.200 chips
2. Yngve Steen 576.400 chips
3. Ludovic Geilich 487.100 chips
4. Joey Lovelady 447.500 chips
5. Andy Moseley 436.000 chips
6. Mark Newhouse 380.800 chips
7. Robin Ylitalo 362.200 chips
8. Ruben Velasco 350.900 chips
9. Wai Kin Yong 307.200 chips
10. Daniel Reijmer 305.800 chips