Daniel Negreanu 1º al POY dopo EPT High Roller

Daniel Negreanu 1 al POY dopo EPT High Roller

Un anno spettacolare per Daniel Negreanu che al momento è in testa alla classifica POY 2013 e che raggiunge il terzo posto nella top Money List, superando Erik Seidel. Tutto questo grazie al secondo posto al 10K EPT High Roller, dove prima busta in modo rocambolesco, poi rientra a fa runner up.

12 piazzamenti nel 2013, la vittoria al Main Event WSOP APAC e ora il secondo posto nel 10K EPT High Roller all’EPT Barcellona 2013. Un momento davvero magico per Daniel Negreanu che dopo quest’ottimo secondo posto si trova in cima alla classifica POY 2013 (player of the year) con 1.041,16 punti che lo distanziano dal secondo classificato Mike Watson appaiato a 833,44. Per non parlare del terzo posto nella top money list che ha visto KidPoker superare finalmente Erik Seidel.

Oltre 2 milioni di dollari vinti in un anno

Del resto quanto si vincono più di 2 milioni di dollari in un anno è facile scalare la vetta della top money list. E Daniel Negreanu lo ha certamente fatto dopo qualche anno passato in sordina senza risultati degni di nota. Dunque, anche nell’EPT Barcellona 2013 KidPoker ha lasciato il segno nel 10K EPT High Roller portandosi a casa un bel premio che ha significato la medaglia di bronzo nella top money list. E dire però che il torneo non era certamente partito nel migliore dei modi.

Una regola all’EPT Barcellona tradisce Daniel

E infatti prima di raggiungere il final table Daniel Negreanu è stato messo in scacco da un regola che obbliga i player di stare seduti quando viene distribuita la prima carta. Chi conosce bene KidPoker, però, sa bene che molto spesso il canadese se ne sta in piedi a parlare con amici e colleghi. E sfortuna ha voluto che nel Day 1, mentre il dealer distribuiva le carte, non fosse al tavolo e che quest’ultimo avesse messo le sue due coperte nel muck, con tanto di approvazione del floorman arrivato in seguito.

Dal tilt al runner up nell''EPT High Roller

Daniel Negreanu, allora, va su tutte le furie, si alza insultando tutti quelli che gli vengono sotto mano, poi torna al tavolo, le mette tutte dentro in una mano marginale e viene inesorabilmente bustato. EPT High Roller finito per KidPoker? Neanche per idea, perché dover aver ripagato il buy in da 10K un’altra volta, grazie alla formula re buy, si calma e addirittura arriva fino in fondo ad un dei tornei più tosti di questa tappa dell’EPT. Meglio di lui soltanto Thomas Muhlocker, vincitore dell’EPT High Roller 2013, unico player che ha saputo far meglio del canadese.