Poker live: a settembre la legalizzazione?

Poker live: a settembre la legalizzazione

Dopo anni di limbo il vento per il poker live sembra finalmente cambiato. A settembre, infatti, la regolamentazione di questa disciplina dovrebbe entrare nel testo unico dei giochi. Presentato il decreto per giochi ed ippica alla Commissione Finanze alla Camera. Ora la palla passa in Parlamento.

Quella che ci siamo appena lasciati alle spalle è stata una stagione terribile sia per il poker dal vivo quanto per quello giocato online. Tuttavia, dopo le prime sentenze a favore del poker live, sembra proprio che finalmente il vento stia cambiando, almeno a livello governativo visto che è possibile che il poker sportivo giocato non a distanza potrebbe essere regolamentato entro il mese di settembre. Il decreto, infatti, che riguarda le norme sui giochi e l’ippica, è stato presentato alla Commissione Finanze alla Camera.

Un frammento del decreto legge

E la buona notizia, dunque, è che il poker live Italia rientrerebbe nel comparto unico dei giochi da regolamentare, come previsto dalle due leggi in vigore, ovvero quella “Comunitaria” del 2009, modificata in seguito dalla legge di “Stabilità” del 2011, che tuttavia non sono mai entrate in vigore. A tal proposito riportiamo un frammento del comma 1 dell’articolo 14 del decreto presentato in Commissione: “Il Governo è delegato ad attuare, con i decreti legislativi di cui all’articolo 1, il riordino delle disposizioni vigenti in materia di giochi pubblici, riordinando tutte le norme in vigore in un codice delle disposizioni sui giochi”.

Verso la regolamentazione dei giochi

E allora sarà finalmente via libera per il poker live Italia oppure continueremo ad assistere agli ennesimi buchi nell’acqua cui siamo ormai abituati? Per il momento non possiamo rispondere a questa domanda, anche se il decreto sembra essere orientato verso la regolamentazione dei nuovi giochi. Con questo non vogliamo dire che il poker live non venga inserito in questo nuovo codice, ma soltanto che fino a quando non verrà messo nero su bianco sarà difficile cantare vittoria. Almeno dopo tutti gli sviluppi che ci sono stati ultimamente.

Le ragioni della crisi del poker in Italia?

Resta da capire anche la ragione per cui il movimento pokeristico in Italia è in crisi. C’è chi dice, infatti, che servono nuove regole nei più importanti tornei di poker live e c’è chi dice che il poker live non porterà verso nessun cambiamento, anche se verrà regolarizzato a settembre. Secondo noi, però, i legami fra il mondo dell’online e quello del live sono essenziali ed è necessario che il poker sportivo giocato non a distanza trovi finalmente un regolamentazione. E le premesse questa volta sembra che ci siano davvero tutte.