Full Tilt Poker: via ai rimborsi in USA?

Full Tilt Poker via ai rimborsi in USA

La Garden City Group (GCG) ha annunciato che da qui a breve sarà avviata la procedura per I rimborsi dei giocatori USA di Full Tilt Poker. Nonostante questo, però, i dubbi sulla tempistica e sul completo rimborso dei player rimangono ancora. In Italia non si sa ancora niente.

A due anni dal Black Friday finalmente qualcosa comincia a muoversi. E infatti, dopo aver visto un bel po’ d’acqua passare sotto i ponti, sembra che la procedura di rimborso che riguarda i giocatori americani con i fondi bloccati su Full Tilt Poker sia vicina ad una soluzione. Ad annunciarlo, tramite comunicato stampa, la Garden City Group (GCG), società scelta dal Dipartimento di Giustizia per gestire la vicenda legata ai giocatori con un conto sulla Red Room.

Quale sarà la tempistica di rimborso?

Nonostante il buon vento, però, i dubbi rimangono e riguardano innanzitutto la tempistica. Non è ben chiaro, infatti, visto che non è stata data una tempistica ufficiale, quanto tempo ci vorrà perché avvenga la procedura di rimborso degli ex giocatori di Full Tilt Poker. A questo, inoltre, dobbiamo aggiungere che il denaro da restituire a circa 1,3 milioni di player ammonta a 184 milioni di dollari. E anche se non rappresenta l’intero PIL americano è pur sempre una bella somma.

Rimborsi totali per i giocatori USA?

A proposito bisognerà capire se i giocatori con i fondi bloccati su Full Tilt Poker otterranno indietro l’intera somma depositata. Lo diciamo soprattutto perché non è detto che il denaro confiscato alla Red Room possa coprire interamente questa cifra. Quindi, qualora si verifichi questa seconda ipotesi, cosa che peraltro non ci sembra così lontana dalla realtà, i player verrebbero rimborsati proporzionalmente in base alla cifra disponibile. Che sia vicino un altro scandalo?

Per gli italiani nulla di fatto

Difficile dare una risposta, ma se non altro i giocatori americani che avevano un conto su Full Tilt Poker stanno vivendo una situazione che li colloca nel campo delle ipotesi. Per gli italiani, invece, è ben diverso, visto che fino ad ora non è arrivata nessuna comunicazione ufficiale da parte di Pokerstars, che possa mettere la parola fine ad una storia che ha tenuto tutti con il fiato sospeso.