Card Player: Castelluccio cover man di agosto

Card Player Castelluccio cover man di agosto

Una prestazione da ricordare quella di Sergio Castelluccio al Main Event WSOP 2013. E dato il risultato il numero 82 della prestigiosa rivista Card Player Italia non poteva che scegliere il fortissimo pro di Biasaccia come cover man di agosto. Anche questo un traguardo più che meitato.

Una prestazione da ricordare alle WSOP 2013 ed un piazzamento secondo soltanto a quello di Filippo Candio nei November Nine del 2010. Dunque, un’avventura al Main Event che ha fatto entrare a pieno titolo Sergio Castelluccio nella storia del poker internazionale. E dato il risultato la copertina della Prestigiosa rivista Card Player, uscita ad agosto con il numero 82, non poteva che andare al fortissimo pro di Bisaccia che quest’anno ha davvero lasciato un segno indelebile.

Castelluccio Cover man del numero 80 CardPlayer

Titolo dell’editoriale scritto dal direttore di Card Player, Alessandro Ruta, è “November Nine ad Honorem”, che sottolinea ancora una volta la grandissima prova di Sergio Castelluccio al >Main Event WSOP 2013. Un grande elogio, dunque, al pro di Bisaccia, protagonista di una prestazione superlativa, e un bellissimo reportage sul Main Event di queste ultime World Series of Poker che ha visto 3 italiani piazzarsi nelle prime 60 posizione. Un risultato che non si era mai visto prima.

Il reportage delle WSOP e gli approfondimenti di agosto

Ma non è tutto, perché il numero 82 di Card Player oltre alla bella prestazione di Sergio Castelluccio al Main Event WSOP 2013, che per l'occasione abbiamo intervistato, nasconde tante sorprese e soprattutto tanti approfondimenti su alcuni dei giocatori italiani più conosciuti, fra cui Rocco Palumbo, Michele Limongi e Vito Barone. Per non parlare di alcuni player a livello internazionale come Roy Cooke, Ed Miller, Gavin Griffin, Andrew Brokos, Steve Zolotow, Craig Tapscott. Head Games e Final Table Takedown.

L’avventura italiana al ME delle WSOP

Tutto questo in un numero davvero speciale che non poteva non tenere conto della splendida avventura degli italiani alle World Series of Poker dove Sergio Castelluccio si è confermato ancora come uno dei fiori all’occhiello del poker italiano. A proposito l’esperienza delle WSOP 2013, che ha visto volare alto anche Andrea Dato e Gateano Preite, insegna!