WSOP 2013 Event #44: Gabriele Lepore 54°

WSOP 2013 Event 44: Gabriele Lepore 54

Un buon risultato quello ottenuto da Gabriele Lepore nell’Event #54. Il pro di Sisal, infatti, alla fine dei giochi si piazza 54esimo con un premio di poco superiore ai 10.000 dollari. Dario Alioto, Max Pescatori e Salvatore Bonavena non vanno oltre il Day 1 dell’Event #46.

Una grande prestazione quella condotta da Gabriele Lepore nell’Event #44 WSOP 2013 No Limit Hold’em. Il player azzurro, infatti, alla fine de giochi si piazza 54esimo per un premio che supera i 10.000 dollari. Tutto questo anche se la Dea Bendata non ha sorriso all’italiano visto che, secondo quanto raccontato dallo stesso Galb, ha perso due colpi all’80%, due coin flip ed uno al 40%. Certamente non una delle migliori run per il fortissimo pro di Sisal.

Event #44: Gabriele Lepore 54esimo

Nella mano decisiva Gabriele Lepore manda i resti da bottone con K T ma si scontra contro l’A 9 dell’avversario. Un board liscio e fine dei giochi in questo Event #44 WSOP 2013 dove gli iscritti sono stati 1117. A guidare i 22 player left l’inglese Niall Farrell con un monster stack pari a 792.000, mentre in ottava posizione c’è l’ottimo Jason Mercier (566.000) a cacciaz del primo braccialetto in queste World Series of Poker del 2013.

Event #46: fuori Dario Alioto

Diverso copione, invece, per Dario Alioto che nell’Event #46 WSOP 2013 Pot-Limit Omaha Hi-low Split-8 or Better esce circa 180esimo ben lontano dalla zona premio. Il capitano di Sisal Poker racconta così la sua uscita: “Avevo 12.5k chips, limpa utg e io utg+1 faccio 2k com AKJ2ds picche e cuori, il bottone fa 7250 con AAT8s a fiori. Anche vedendogliele non potrei passare essendo un flip, al flop KT5 con due picche pusho e sto al 71%, turn un bel 4, river 4!”.

Out anche Max Pescatori e Salvatore Bonavena

Stessa sorte anche per Max Pescatori e Salvatore Bonavena (il cui nome è apparso per la prima volta nei report) che non va oltre la prima giornata di torneo. E per il momento è tutto dalle World Series of Poker dove, nonostante gli azzurri continuino a conquistare bandierine su bandierine, manca un colpaccio come la vittoria ottenuta da Rocco Palumbo nel 2012. Certo è che le WSOP 2013 sono lunghe e come sapete tutto può succedere.