Wsop 2013 Event #19: grande Dario Minieri

Wsop 2013 Event 19: grande Dario Minieri

Buone notizie dalle WSOP 2013 a partire dall’Event #18 con l’ITM di Niccolò Caramatti e Giovanni Trebo. Nel torneo successivo uno strepitoso Dario Minieri che termina il Day 2 quinto, mentre all’Event #20 ottima prestazione di Pierluigi Giglio che vola al Day 2 terzo. Ci sono anche Dario Alioto e Max Pescatori.

Una prestazione strepitosa quella di Dario Minieri all’Event #19 WSOP 2013 Pot Limit Hold’em. E infatti il fortissimo player romano passa il Day 2 in quinta posizione con uno stack pari a 265.000 chips. Meglio di lui soltanto Jesse Martin (402.000), David Kitai (318.000), Kristina Holst (285.000) e Dan Kellycon 283,500 chips. Una bella soddisfazione per il pro di Pokerstars che addirittura poco prima dello scoppio della bolla si è trovato in testa al chip count.

Dario Minieri vola al Day 3 dell’Event #19

Dunque, 16 i player rimasti in gara a caccia di un braccialetto in queste WSOP 2013. E l’ultimo giocatore della giornata, John Roveto, è stato eliminato proprio dal nostro Dario Minieri che in questo modo è riuscito a portarsi in quinta posizione. La coppia di 8 8 del pro romano ha avuto la meglio su Q 9 a quadri dell’avversario. Un board bianco e per Minieri un Day 3 tutto da giocare. Insieme a Dario ci saranno anche Eugene Katchalov, Bertrand Grospellier e Matt Marafioti.

Event #19: ITM Per Niccolò Caramatti

Le buone notizie per gli azzurri non arrivano, però, soltanto dal’Event #19 dove Dario Minieri sta mettendo in mostra tutto il suo valore. E infatti nel torneo precedente l’ottimo Niccolò Caramatti viene eliminato in 45esima posizione da Joseph Dibiasi. La sua coppia di T T non ha potuto niente contro i K K dello statunitense. E un board bianco che per un momento ha dato l’illusione di una scala al turn non è stato sufficiente al giocatore azzurro che si deve accontentare di un premio pari a 6784 dollari.

ITM anche per Giovanni Trebo

Ottima anche la prestazione di Giovanni Trebo, ITM nello stesso torneo dove è andato a premio Niccolò Caramatti. L’azzurro termina in 25esima posizione incassando poco più di 10.000 dollari. 14 i player left in questo torneo che vede in testa Taylor Paur con un monster stack di di 1.318.000 di chips. E c’è anche Phil Ivey che dopo la vittoria di un braccialetto alle WSOP APAC 2013 è a ancora a caccia di una prima moneta qui a Las Vegas.

Pierluigi Giglio strepitoso all’Event #20 WSOP 2013

Anche nell’Event #20 Omaha Hi-Low Split-8 or Better arrivano buone nuove dai giocatori azzurri. E infatti in terza posizione abbiamo l’ottimo Pierluigi Giglio, un nome forse sconosciuto ai più che, tuttavia, non è al primo buon risultato in carriera visto che ha già partecipato in alcuni dei più importanti circuiti italiani. Insieme a lui passano al Day 2 Dario Alioto e Max Pescatori fra i 219 player left a caccia di un braccialetto WSOP 2013. E per il momento è tutto da Las Vegas.