Poker e casino online: i dati di maggio 2013

Poker cash, tornei e casino online: quote del mercato

Cosa succede in Italia nel mondo del poker online e nel settore decisamente più nuovo dei casino online? Tra la crisi sempre più accentuata ed il costante dominio del mercato di PokerStars, ecco gli ultimi dati e non solo.

Ecco cosa succede nei casino online e nel poker online: dai nostri grafici potete vedere la situazione attuale in cui PokerStars rimane il leader dell’offerta relativa al poker.

Pareggio per cash game e tornei: maggio 2013 come aprile

I dati non si scostano affatto da quelli del mese scorso: il poker online nel mese appena concluso, ossia quello di maggio 2013, ha chiuso sulla scia di aprile. Stabile dunque la spesa registrata per il poker cash game ed i tornei, che nonostante la crisi del poker online confermata anche dai dati AAMS, segna quota 12,1 milioni di euro. Rimane invariata anche la raccolta, che vede 465 milioni di euro incassati dallo Stato.

PokerStars oltre che leader, anche in aumento!

Ancora una volta, neanche a dirlo, è PokerStars il leader indiscusso del mercato italiano. Quest’operatore con la sua vasta offerta di poker cash game e tornei di ogni genere, è arrivato a far suo il 44% del mercato relativo al poker online legale. La room dalla picca rossa, a maggio 2013 ha addirittura visto un aumento del 10,07%, che gli ha fatto registrare una raccolta pari a 204,3 milioni di euro. Già dall’inizio dell’anno avevamo analizzato ed accertato il dominio di PokerStars su tutto il mercato, ed a quanto pare l’operatore continua a mantenere il profilo di room numero uno per gli italiani che amano giocare. A seguire PokerStars, anche se con numeri ben diversi, troviamo poi Lottomatica (con il 12,9% di quota di mercato), Microgame (9,7%), BWin/GD (9,5%), SNAI (5,4%), Eurobet (4,1%), Sisal (3,6%), BetClic (1,9%) ed altre room minori.

Più frequentati i tornei di poker online

Interessante piccola novità per i tornei online, che anche se vedono invariata la spesa (stabile intorno agli 8 milioni di euro), segnano comunque un aumento dell’1,4%. Che gli italiani si stiano stancando del cash game e ritornino un po’ sulle prime modalità arrivate per questo gioco? Ancora è presto per dirlo, ma dai 72 milioni di aprile si è passati ai 73 di maggio, ed a giugno è tutto da vedere. Anche per i tornei c’è un nome su tutti, PokerStars con ben il 68% del mercato e 36,3 milioni di euro registrati.

Anche i casino online risentono della crisi

La crisi economica globale sembra riversarsi anche nel settore dei casino online, tanto che le stime di Agimeg forniscono i dati di un ulteriore calo della spesa avvenuto a maggio, rispetto al mese precedente, aprile 2013. Considerando tutti i casino online legali presenti nel web, la raccolta di maggio 2013 segna 730,1 milioni di euro, e la spesa è stata di 19,1 milioni di euro: quest’ultimo dato evidenzia un calo dai 19,5 milioni spesi ad aprile.

Lottomatica è il numero uno dei casino online

Mentre nel poker online è Pokerstars a fare da leader, nel settore di casino online troviamo Lottomatica a tenere le redini del mercato. Quest’operatore conta 121 milioni di euro raccolti a maggio, per una quota di mercato apri al 16,5%. Lo seguono Snai, Sisal, Micorgame, Bwin, William Hill, 888, Eurobet, BetClic ed altri operatori meno noti.