High Stakes: Phil Ivey perde 1,1$ a febbraio

High Stakes Phil Ivey perde 1,1$ a febbraio

Un febbraio in negativo per Phil Ivey e Viktor Blom che perdono rispettivamente 1,1 e 1,5 milioni di dollari ai tavoli high stakes. Un buon momento, invece, per Tom Dwan che dopo aver cominciato l’anno nel peggiore dei modi incassa ben 2 milioni di dollari.

E’ da molti considerato come il miglior giocatore di poker al mondo, ma anche lui non è esente dai periodi di varianza negativa. E infatti Phil Ivey, che prima dell’avvento del Black Friday aveva vinto ben 19 milioni di dollari a poker online, non ha certo brillato nel mese di febbraio. Dunque, un ritorno negativo per il Tiger Woods del Poker che ha lasciato ben 1,1 milioni di dollari sui tavoli high stakes della Re Room.

Viktor Blom perde due milioni

Ma se da un lato Phil Ivey ha vissuto uno dei periodi più negativi da quanto Full Tilt Poker è stata acquistata da PokerStars, non è stato sicuramente l’unico giocatore che a febbraio si è trovato in difficoltà. Peggio di lui ha fatto Viktor Blom che dopo essere stato protagonista di un mese di gennaio da capogiro, a febbraio ha lasciato sui tavoli High Stakes della Red Room, ben 1,5 milioni di dollari: praticamente quasi tutto quello che aveva guadagnato prima.

Tom Dwan vince due milioni

Come si suol dire, però, c’è sempre un rovescio della medaglia e se a qualcuno non va poi così bene, c’è anche chi può esultare per aver recuperato quanto perso in precedenza. Proprio come Tom Dwan, che dopo un inizio di anno negativo nelle ultime quattro settimane è riuscito a mettere da parte ben 2 milioni di dollari, tutti guadagnati ai tavoli highstakes. Insieme a lui non se la sono cavata male Alex Luneau, che a febbraio si è portato a casa un milione, e Alex Kostritsyn che ci è andato vicino.

Varianza negativa: neanche Phil Ivey immune

Del resto sappiamo bene che nel poker i periodi di varianza negativi sono sempre dietro l’angolo e nessuno è immune a un po’ di sfortuna. Neanche due geni come Phil Ivey e Viktor Blom che come sempre regalano tanto spettacolo e ci fanno apprezzare ancora di più questa disciplina. Per il momento, allora, è Tom Dwan ad esultare e a rimettersi in carreggiata dopo un inizio anno che lo ha visto protagonista in negativo.