EPT Londra 2013: formato il final table

EPT Londra 2013: formato il final table

Dopo sei giorni di grande poker finalmente l’EPT Londra 2013 volge al termine e abbiamo i nomi degli otto finalisti. Fra questi spiccano i nomi di Steve O'Dwyer, chip leader indiscusso, Ruben Visser, Chris Moorman e Theo Jorgensen. Ancora poche ore e finalmente sapremo il vincitore.

Un final table stellare. Questo il primo verdetto dell’EPT Londra 2013 che ha visto qualificarsi all’ultimo capitolo di questa tappa dello European Poker Tour alcuni player di indubbio valore. Unica delusione per noi l’assenza di giocatori italiani in un tavolo finale che sicuramente non mancherà di regalarci spettacolo. Il primo degli azzurri è stato, infatti, Dario Sammartino con un comunque ottimo 29esimo posto. Ma entriamo nel vivo del torneo.

Steve O'Dwyer: leader indiscusso

Come dicevamo, infatti, si siederanno al final table dell’EPT Londra 2013 alcuni giocatori davvero conosciuti. Fra questi vi segnaliamo sicuramente Steve O'Dwyer, chip leader indiscusso, Ruben Visser, secondo in classifica anche se distaccato di un bel po’, Chris Moorman e l’ottimo Theo Jorgensen che dopo la rapina subita qualche tempo fa sembra essersi ripreso alla grande. Dunque, grandi nomi in questa tappa di Londra dello European Poker Tour.

Bassel Moussa: uomo bolla del tavolo finale

E allora veniamo alla classifica vera e propria. Uomo bolla di questo final table è stato il libanese Bassel Moussa. E neanche a farlo apposta ad eliminarlo ci ha pensato Steve O'Dwyer, un vero e proprio rullo compressore in questo frangente. Moussa manda i resti con 5q 5f e lo statunitense chiama con Ap Kq. Un asso al board ed il libanese è fuori dall’EPT Londra 2013. Steve O'Dwyer, invece, vola verso la vetta della classifica dell’EPT Londra 2013.

Final table: il chip count

Ed eccovi il chip count aggiornato secondo le ultime novità. In testa alla classifica, come già vi abbiamo detto, c’è Steve O'Dwyer con uno stack di 5,165,000. In seconda posizione troviamo Ruben Visser che ha, invece 3,405,000 chips. Sul gradino più basso del podio c’è Olof Haglund con uno stack di 2,755,000. Dalla quarta posizione in poi Christopher Frank (2,560,000), Mantas Visockis (1,755,000), Theo Jorgensen (1,550,000), Chris Moorman (1,075,000), Tamer Kamel (960,000). E l’appuntamento è fra poche ore.