Eurovegas: Madrid capitale del gioco d’azzardo

Eurovegas: Madrid capitale del gioco d’azzardo

Un progetto visionario che vedrà l’edificazione di 6 casino e 12 alberghi per una spesa che si aggira intorno ai 22 miliardi di euro. Il complesso si chiamerà Eurovegas e prenderà vita nei sobborghi di Madrid. A capo di tutto c’è Sheldon Adelson, numero uno di Las Vegas Sands, con casino in Nevada, Singapore e Macao.

6 casino, 12 alberghi, tre campi da golf ed un centro congressi. Un progetto quello di Eurovegas che costerà ben 22 miliardi di euro e che vede a capo uno dei personaggi più scaltri del mondo del gioco d’azzardo che ha osteggiato a lungo il gioco online negli Stati Uniti d'America. Parliamo di Sheldon Adelson, magnate statunitense, numero uno della società Las Vegas Sands, che ha radici in Nevada, a Singapore e a Macao. E ora anche il quartiere di Alcorcon nella periferia di Madrid, si aggiungerà alla lista delle sue sfere d’influenza.

Madrid nuova Las Vegas in Europa

Insomma, manca soltanto il via libera da parte delle istituzioni e Madrid diventerà la capitale del gioco d’azzardo in Europa. Un’occasione, secondo molti, per portare una ventata d’ossigeno al periodo di crisi che sta vivendo la Spagna, dal momento che la costruzione di Eurovegas dovrebbe portare, secondo le stime, circa 250.000 posti di lavoro, insieme a più di 20 miliardi di euro di investimento promessi dal magnate Shelodn Adelson.

Istituzioni favorevoli

Non a caso è arrivato anche il favore del Presidente dell’area metropolitana di Madrid, Ignacio Gonzalez, che ha definito Eurovegas come uno dei progetti più importanti che hanno preso piede in Spagna negli ultimi anni. E infatti, sebbene manchi ancora l’ufficialità da parte delle istituzioni, i lavori dovrebbero cominciare entro alla fine del 2013 per terminare nel 2017 con un complesso che si presenterà mastodontico.

I pareri contrastanti

Tuttavia, se da un lato sono in molti a pensare che tutto questo porterà molti posti di lavoro non tutti sono d’accordo con la costruzione del complesso. In parallelo, infatti, è nato il movimento Eurovegas No a cui hanno aderito molti cittadini residenti nella zona, che sono scesi in piazza già da diverso tempo. Il timore è che questo nuovo progetto abbia un impatto ambientale negativo e che porti con sé corruzione e malavita organizzata.