PPT Praga 2012: vince Alessandro Longobardi

PPT Praga 2012 vince Alessandro Longobardi

Alessandro Longobardi è il vincitore della tappa del People Poker Tour di Praga 2012. Il giocatore di Stabia, che si porta a casa un premio pari a 100.000 euro, supera in Head’s Up Piero Pallasini. Terzo classificato l’ottimo Davide Costa che si può consolare con un bel premio di 41.770 euro.

Una carriera costellata da tanti ITM e piazzamenti, senza, però, raggiungere tanto spesso una prima posizione. Ad Alessandro Longobardi, infatti, una vittoria mancava dal lontano 2008, quando il giocatore di Stabia trionfata nella Notte del Poker di Venezia. Tutto questo, però, era valido fino a ieri, giorno del trionfo nel PPT Praga 2012 che gli ha regalato una prima moneta da 100.000 euro e la giusta consacrazione per un giocatore che ha fatto della costanza la sua arma principale.

La classifica del final table

Non parte, però, da chip leader il nostro Alessandro Longobardi. Al momento dell’inizio del final table del PPT Praga 2012 è terzo nel chip count, anche se in breve riesce a ribaltare tutti i pronostici. Infatti, escono in ordine di classifica a partire dall’ottava posizione Peter Hlvacek che si porta a casa un premio di 8.196 euro, seguito da Giacomo Badoino (12.300), Mirko Frattini (17.280), Gianluca Sisi (22.400) e Irina Batorevich (28.100) che si ferma ad un passo dal podio.

Davide Costa: terzo classificato al PPT Praga 2012

Dunque, arrivati a questo punto, rimangono in gara Davide Costa, Piero Pallasini e Alessandro Longobardi. A lasciarci sul gradino più basso del podio è proprio il primo dei tre sotto lo sguardo attonito della fidanzata che lo guarda dalla diretta televisiva. Ed è proprio Longobardi a decretarne l’eliminazione, dopo che entrambi mandano i resti, grazie ad una coppia di 6♠ 6♥ e ad un board favorevole che recita 6♦ Q♥ 2♠ 3♠ 7♠, spedisce a casa l’A♠ 8♦ dell’avversario.

L’Head’s Up del PPT Praga 2012

Anche l’Head’s Up dura molto poco. Piero Pallasini, infatti, apre da bottone per 100K con in mano 3♣ 2♣ e Alessandro Longobardi tribetta per 290K con 4♣ 4♠, trovando il call dell’avversario. Al board escono 7♥ 5♣ 4♥, Longobardi c-betta con Pallasini che manda i resti e l’avversario che chiaramente calla. Il turn ed il river, però, che recitano T♥ e 2♦, sono impietosi per il runner up e la vittoria va al giocatore di Stabia che può alzare la coppa al cielo e incassare l’ambita prima moneta di 100.000 euro.