Tom Dwan: un inizio difficile su Full Tilt

Tom Dwan un inizio difficile su Full Tilt

A due settimane dal ritorno di Full Tilt Poker l’andamento dei tre giocatori sponsorizzati dalla Red Room non è stato certo dei migliori. Anche Tom Dwan è, infatti, sotto di poco più di 200.000 dollari. Gus Hansen ha, invece, lasciato sui tavoli della poker room 1,9 milioni di dollari, ma il danese ci ha abituato a delle rimonte spettacolari.

Sono passate quasi due settimane dal ritorno in grande stile di Full Tilt Poker e già vi abbiamo parlato delle avventure di alcuni regulars che certamente non sono stati baciati dalla buona sorte. Fra questi senza dubbio Viktor Blom che ha perso tantissimo nei tavoli High Stakes e anche Gus Hansen che di sicuro non ha brillato in questo primo periodo sulla Red Room. Insomma, un ritorno per loro sui tavoli della Red Room, per il momento privo di soddisfazioni.

Tom Dwan: anche per lui un inizio difficile sulla Red Room

Tuttavia se l’andamento di Gus Hansen su Full Tilt Poker non è stato certo dei migliori, avendo perso circa 1,9 milioni di dollari, anche Tom Dwan non ha ottenuto dei risultati grandiosi. Il fortissimo pro statunitense, ha, infatti, lasciato agli avversari poco più di 206.000 dollari. Un bel po’ in meno rispetto al danese che ha giocato per 27 ore di fila, ma sicuramente una cifra da non sottovalutare neanche per chi è abituato ai tavoli High Stakes.

Varianza e rimonte: l’abilità dei regulars

Insomma, un ritorno davvero disastroso per i tre giocatori sponsorizzati da Full Tilt Poker, ma anche se adesso vediamo i loro conti in rosso, siamo sicuri che col tempo recupereranno terreno. Del resto nel poker la ruota gira e spesso la varianza non aiuta a portare a casa dei buoni risultati. Ne sa qualcosa Gus Hansen che più di tutti gli altri ci ha abituato a capovolgimenti di fronte spettacolari, anche se per il momento il suo conto è decisamente in rosso.