Poker Online: Pokerstars mantiene il primato

Poker Online Pokerstars mantiene il primato

Un periodo di forte recessione per il poker online italiano ed europeo. La spinta di Full Tilt Poker sembra, infatti, essersi esaurita dopo poche settimane dal rientro della Red Room. E soltanto Pokerstars, la poker room numero uno al mondo, continua a portare dei numeri in attivo. Un periodo di recessione per il poker online.

Se da un lato gli addetti ai lavori pensavano che il ritorno della Red Room avrebbe portato ad un rilancio del mercato del poker online, quello che è successo negli ultimi giorni smentisce alcune delle previsioni. E questo perché nell’ultima settimana Full Tilt Poker ha fatto registrare un calo del 40% a fronte della crescita globale del 10% avuta nel primo periodo. Tuttavia quest’ultima non è l’unica nota negativa del periodo perché il poker online sempre nella scorsa settimana ha fatto registrare un calo del 2%.

I dati del poker online europeo

Allo stesso tempo in Italia stiamo assistendo ad un periodo di recessione e di difficoltà per la maggior parte delle poker room. Anche se Pokerstars, in controtendenza con l’andamento del mercato, continua a far registrare dei numeri in attivo. Ma partiamo, allora, dall’andamento del punto com: in Europa, infatti la poker room dalla picca rossa ha avuto una crescita del 5%, un numero impressionante se si considera la crisi che sta vivendo questo settore.

L’andamento della poker room in Italia

Anche in Italia Pokerstars continua a dimostrare di essere la poker room numero uno. E a parlare sono soprattutto i numeri. A tal proposito rispetto a qualche mese fa la percentuale è cresciuta di qualche numero fino a raggiungere poco più del 35% del mercato della penisola. Con questo, però, non possiamo certo non considerare i dati piuttosto preoccupanti del poker online italiano. E se Full Tilt Poker aveva portato con sé una crescita del 10% la spinta iniziale sembra essersi placata dopo poche settimane.