Full Tilt Poker: boom di players alla riapertura

Affollati da subito i tavoli di Full Tilt Poker

Riparte alla grande Full Tilt Poker, la room pietra dello scandaloso Black Friday che ha visto processi e condanne di giocatori ed amministratori del noto sito. Adesso grazie all’acquisizione di PokerStars, Full Tilt Poker è tornata online con ottimi risultati sin dal suo 1° giorno!

6 novembre 2012: affollati i tavoli di Full Tilt Poker sin dal 1° giorno!

L’attesa era grande, e quando ieri 6 novembre 2012, finalmente i tavoli di poker online “real money” di Full Tilt Poker hanno preso il via, in tantissimi giocatori li hanno affollati. Sarà perché finalmente i players hanno potuto riappropriarsi ed utilizzare i loro fondi, sarà perché il fascino di una room come questa si è mantenuto nel tempo (nonostante le brutte vicende), ma Full Tilt sembra davvero tornata sin da subito al suo “vecchio splendore”.

In migliaia si sono presentati sulla piattaforma più amata, odiata e discussa di sempre, tanto che dal portale Pokerscout.com che ha effettuato una stima, arriva addirittura il dato che Full Tilt Poker è già la seconda poker room più frequentata in assoluto!

Full Tilt Poker: già registrati picchi di 50.000 utenti

Nell’arco di appena 24 ore, Full Tilt Poker sta già facendo parlare tantissimo di se e dei dati record registrati in così poco tempo. I suoi tavoli verdi attualmente contano una media di 7.500 utenti impegnati a giocare, ed hanno visto anche picchi di ben 50.000 giocatori di poker online impegnati a darsi battaglia proprio sul suo campo!

Numeri importanti questi per una room per la quale era prevedibile un boom di accessi, ma non certo a questi livelli. Anche pro quali Viktor Blom, Tom Dwan e Gus Hansen non sono voluti mancare allo start di Full Tilt Poker e si sono rimessi subito in carreggiata.

America ed Italia escluse dal ritorno di Full Tilt Poker

Almeno per adesso, oltre agli USA rimane fuori dalla possibilità di giocare su Full Tilt Poker anche l’Italia. Ricordiamo che nel nostro paese questa room operava senza regolare licenza AAMS, ed ora PokerStars che ha acquisito Full Tilt Poker sta operando per trovare una soluzione e inserire la room all’interno del poker online legale azzurro.

Sono in corso le trattative con l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, ma purtroppo ad oggi per noi non è possibile neanche vedere i tavoli verdi dove sono all’opera i players delle altre nazioni, senza giocare. L’Italia è insomma del tutto fuori a questo grande rientro.