Barack Obama vince: uno spiraglio per il poker

Barack Obama vince uno spiraglio per il poker

Buone notizie per il poker online USA dal versante politico. La vittoria di Barack Obama, infatti, lascia intravedere qualche speranza verso una legalizzazione. Uno scenario con i repubblicani al comando avrebbe portato ad uno scenario sicuramente diverso.

E’ un momento caldo quello che sta vivendo il poker online in questo periodo. E sa da un lato la maggior parte dei player possono gioire per la riapertura di Full Tilt Poker, dall’altro arrivano anche buone notizie sul versante politico, almeno per i giocatori americani. La vittoria di Barack Obama, infatti, che rimarrà per un secondo mandato alla Casa Bianca, è una buona notizia per i giocatori americani, visto che il Presidente è anche un appassionato di poker.

Una buona notizia per il poker americano

Ma il punto non è soltanto questo. Qualora Mitt Romney avesse vinto le elezioni presidenziali negli Stati Uniti, probabilmente non ci sarebbe stato niente da fare per il poker online USA. E questo perché la campagna elettorale del leader dei Repubblicani è stata ampiamente finanziata da Sheldon Adelson, proprietario del Sands Hotel&Casino di Las Vegas, che dati i suoi interessi nel mondo dei casino terrestri, osteggia fortemente il gioco online, poker online incluso.

La proposta di Harry Reid e Jon Kyl

Dunque, da questo punto di vista possono gioire i giocatori americani e visto che già in precedenza i senatori americani Harry Reid e Jon Kyl avevano già firmato una proposta di legge sulla legalizzazione del gioco online negli Stati Uniti, la vittoria di Barack Obama “non” rappresenta sicuramente una brutta notizia. Certo, non possiamo dire di avere la certezza che il mercato del poker online riprenderà di qui a poco in America.

Ma senza dubbio con la vittoria di Mitt Romney lo scenario sarebbe stato decisamente peggiore, visto l’avversità di Sheldon Adelson e del partito riguardo l’entrata in vigore di una legge sul gioco online. Insomma, dopo la riapertura di Full Tilt Poker, chiusa a seguito degli scandali del Black Friday, uno spiraglio di luce arriva anche per i player americani che adesso hanno qualche ragione in più per pensare di poter aprire nuovamente i tavoli delle migliori poker room.