Zynga in crisi: salvezza nel poker online?

Zynga in crisi: salvezza nel poker online

E’ sicuramente l’azienda leader nel settore del social marketing ma al momento naviga in cattive acque. Le azioni di Zynga, infatti, hanno perso il 70% del loro valore. La salvezza potrebbe essere nel poker online, ma la legislazione americana al momento non aiuta molto.

E’ conosciuta soprattutto per giochi famosissimi come FarmVille e Mafia Wars ed è sicuramente il colosso indiscusso del social gaming. Tuttavia, che ci crediate o no, Zynga, l’azienda che negli ultimi tempi ha sviluppato questi giochi, sta vivendo un periodo di crisi piuttosto evidente. Lo dimostrano le azioni che il 5 ottobre hanno toccato il valore più basso, scendendo a 2,3 dollari dai 10 in cui erano state valutate nel mese di dicembre.

Fuga di cervelli dall’azienda

A questo va aggiunto che la maggior parte dei vertici aziendali sta abbandonando una barca che sembra stia affondando piano piano. Dunque John Schappert, Chief Operating Officer, Mike Verdu, Chief Creative Officer, Jeff Karp, Chief Marketing Officer sono soltanto alcuni dei nomi che non fanno più parte di un’azienda che scricchiola sempre di più. E allora, vista la crisi dell’ultimo periodo, quale potrebbe essere la salvezza per il colosso del social marketing?

La salvezza nel poker online?

La risposta è abbastanza complicata, tuttavia non dimentichiamoci che Zynga Poker è sicuramente il gioco di poker online più famoso al mondo. Il problema è che genera all’azienda soltanto una parte limitata degli introiti, pur avendo dalla sua un mercato che potrebbe fruttare molto di più. Resta il fatto che al momento le azioni del colosso del social gaming hanno perso circa il 70% del loro valore e che la crisi sti facendo sentire in maniera piuttosto pesante.

Legislazione USA: un ostacolo per Zynga Poker

A questo, inoltre, dobbiamo aggiungere che la situazione del poker online negli Stati Uniti è molto complicata visto che ancora non esiste una legislazione federale e che ci sono leggi molto differenti tra stato e stato per quanto riguarda il gioco. Certo è che una versione in real money di Zynga Poker potrebbe essere una vera e propria manna dal cielo per un’azienda che sta vivendo un periodo di crisi molto evidente.