Phil Ivey fa causa ad un Casinò di Londra

Phil Ivey: supervincita a Baccarat, ma il Casinò non paga

Il grande player statunitense Phil Ivey a quanto pare è un campione anche di Baccarat, peccato però che la sua ingente vincita conquistata al Casinò Crockfords non voglia essergli pagata, almeno per il momento.

Causa in corso tra Phil Ivey ed un Casinò di Londra

Questa volta il professionista di poker Texas Hold’em Phil Ivey non fa parlare di sè per qualche vittoria ai tavoli verdi dei prestigiosi tornei ai quali partecipa, ma per un contenzioso con il Casinò Crockfords della capitale britannica. L’oggetto della causa che stanno portando avanti i legali di Phil Ivey è una grossa vincita ottenuta giocando a Baccarat, e mai pagata dal Casinò che sta facendo luce su una sospetta presenza che sarebbe stata al fianco di Ivey il giorno della vincita.

Una donna asiatica potrebbe far perdere la vincita ad Ivey

La notizia è ufficiale ed arriva dal Daily Mail, un noto quotidiano britannico che riporta la strana vicenda che vede coinvolto Phil Ivey. Al centro di tutto ci sarebbe un’affascinante donna asiatica che, ad agosto, quando Ivey andò al Casinò di Londra per giocare a Baccarat, accompagnava il campione di poker e sedeva al suo fianco. Ecco, questa donna di cui ancora è sconosciuta l’identità, avrebbe avuto precedenti problemi con altri casinò della stessa catena (Crockfords), e questo avrebbe fatto scattare i sospetti della casa da gioco verso la vincita di Ivey.

Le mani di gioco da 50.000 sterline di Phil Ivey

Il totale della vincita che Phil Ivey reclama, è pari a ben 7,3 milioni di sterline. Questo importo è stato vinto dal giocatore con mani di Baccarat da 50 mila sterline l’una, diventate poi da 150 mila sterline, quando Ivey si è messo d’accordo con la casa da gioco per poter alzare la posta delle sue mani. Prima in perdita (di mezzo milione), Phil Ivey ha poi recuperato fino ad arrivare ad una vincita di 7,3 milioni di sterline (guadagnata nell’arco di due serate), per smettere di giocare e firmare un accordo con il Casinò che gli avrebbe dovuto versare la vincita sul conto attraverso un bonifico bancario.

Ivey ha ricevuto però solamente l’importo da lui giocato (1 milione) e zero di quanto invece ha vinto a Baccarat. I suoi legali si sono messi subito all’opera, mentre il Casinò sta interrogando i croupier per vedere se ci siano effettivamente stati loschi eventi legati alla presenza della donna asiatica. Per il momento sembra che la casa da gioco non abbia affatto prove di quanto sospetta ed il tutto sia solo una trovata per cercare di non pagare la grande vincita di Ivey, comunque bisognerà vedere cosa diranno i giudici. Vi terremo aggiornati!