Gus Hansen torna a Full Tilt Poker

Gus Hansen torna a Full Tilt Poker

Gus Hansen tornerà a far parte del Team Full Tilt Poker. Lo ha annunciato il danese nel corso della conferenza stampa di pochi giorni fa. Tutto fa suppore che saranno tanti i giocatori che torneranno nella vecchia scuderia. Per il momento, però, in Italia la situazione rimborsi resta invariata.

Un ritorno in grande stile quello di Gus Hansen che ha nuovamente stretto la mano a Full Tilt Poker. E dire che, stando a tutti i pronostici riguardanti le sponsorizzazioni sulla Red Room, il danese non sembrava proprio il più quotato per tornare sotto le ali protettive di questo brand. Anche se ormai possiamo dire che quando la poker room aprirà nuovamente i battenti avrà già nel suo team uno dei giocatori più talentuosi e carismatici esistenti al mondo.

La conferenza stampa: le ragioni del ritorno

Gus Hansen ha, infatti spiegato in conferenza stampa che è davvero molto contento di tornare a giocare per Full Tilt Poker, sicuramente una delle poker room più valide con uno dei migliori software che ci sono in circolazione. A tal proposito il danese si è recato direttamente a Dublino per parlare con la nuova direzione della Red Room, accettando una nuova sfida che, stando alle dichiarazioni, non vede l’ora di ricominciare.

Quali saranno i prossimi player?

Ma quali saranno i nuovi volti che accetteranno una sponsorizzazione da Full Tilt Poker. Per il momento non abbiamo molte informazioni a riguardo, ma siamo sicuri che oltre a Gus Hansen verranno ingaggiati moltissimi player noti, alcuni dei quali probabilmente facevano già parte del vecchio team della Red Room. Del resto l’accordo con Gus Hansen potrebbe innestare una reazione a catena che potrebbe riportare a casa molti dei giocatori di prima.

Ancora niente di nuovo per i player italiani

Per il resto siamo sicuri che Full Tilt Poker tornerà nuovamente sul mercato con una vastissima offerta e con tantissimi tornei di poker. Peccato che i giocatori italiani non potranno prendervi parte, almeno per il momento. Qualche dubbio rimane ancora su quali saranno le modalità di rimborso per i player azzurri. Ma se pensiamo alla situazione di qualche mese fa, quando ancora non si parlava di modalità, allora possiamo davvero dire che di acqua sotto i ponti ne è passata un bel po’.