Casino Campione: protesta dei dipendenti!

Casino Campione: protesta dei dipendenti

Crisi per il casino di Campione e tagli sul personale. I dipendenti protestano martedì 9 ottobre e la manifestazione sfocia in atti di violenza ai danni dell’amministratore delegato Carlo Pagan. Il giorno dopo, però, la situazione si sgonfia e sembra che una accordo sia possibile. A tal proposito il sindaco di campione Maria Piccalunga, ha giocato un ruolo fondamentale.

Non è certo un periodo facile per i casino italiani che rispetto all’anno precedente hanno assistito ad una evidente diminuzione degli introiti. E il casino Campione d’Italia non è certo da meno visto che si parla di 40 milioni di euro in meno rispetto allo stesso periodo del 2011. La risposta della sala? Un taglio di 210 unità sul personale che ha dato il via ad una trattativa che va avanti dall’inizio dell’estate. La tensione, però, fra dipendenti e casino di Campione è sfociata pochi giorni fa in una protesta piuttosto accesa.

Protesta dei dipendenti sui tagli del personale

E infatti, martedì scorso (9 ottobre) i dipendenti del Casinò Campione, in collaborazione con Cgil, Cisl e Uil, hanno portato avanti la loro protesta all'ingresso della struttura. Motivo: i tagli che potrebbero ridurre di 210 unità il personale del prestigioso casino Campione d’Italia. La manifestazione, dunque, cominciata dopo l’incontro fra Carlo Pagan ed una rappresentanza dei lavoratori, è però degenerata in lanci di uova, qualche parola di troppo e anche in atti di violenza subiti dall’amministratore delegato, portato subito in ospedale dai carabinieri.

La tensione si sgonfia

Tuttavia dopo momenti di tensione che hanno allontanato le due parti da un possibile accordo, nella notte di mercoledì è arrivata un po’ di distensione. Merito del sindaco di Campione Maria Piccalunga che ha proposto di limitare il regime di austerità per i dipendenti del casino di Campione a soli tre anni. Una bozza di accordo che potrebbe accontentare tutti, dipendenti compresi, che da un lato vedrebbero il dimezzamento di tredicesima e quattordicesima, un 30% di stipendio in meno, dall’altro una riduzione dell’orario lavorativo.

Stipendi troppo alti per i dipendenti?

D’altronde il conto in negativo del casino Campione è dovuto, sì, alla minor affluenza di persone presso la sala da gioco, ma anche da una media di stipendi che si avvicina ai 4.500 euro mensili. E quando i dipendenti sono quasi 600, allora i numeri sono piuttosto elevati. Insomma, alla vigilia dell’ottava edizione dell’Italian Poker Open sembra che la situazione sia meno incandescente di qualche giorno fa ed è stato anche individuato l’assalitore dell’amministratore delegato Carlo Pagan.