Poker Online USA: due licenze in Nevada

Poker Online USA: due licenze in Nevada

Arrivano segnali positivi dal Nevada per il poker online con due nuove licenze per il gioco a distanza. Resta il fatto che a livello politico c’è ancora una spaccatura tra repubblicani e democratici. Molto dipende, infatti, dall’andamento delle prossime elezioni a novembre.

Non è una novità che il poker online USA stia vivendo un momento davvero difficile, vista anche la crociata dei repubblicani contro il gioco online a stelle e strisce. Ma se da un lato Mitt Harvey, prossimo candidato alla Casa Bianca del Partito, si è dimostrato piuttosto intransigente sulla questione, vista anche la pressione di Sheldon Adelson, dall’altro uno spiraglio di luce si comincia ad intravedere proprio dal Nevada, non a caso sede delle World Series of Poker.

Altre due nuove licenze in Nevada

Giovedì scorso, per l’appunto, lo stato del Nevada ha approvato altre due licenze per il gioco a distanza all’American Proprietà Casino & Entertainment (ACEP) e alla WMS Gaming Inc. Una buona notizia per il poker online USA visto che lo stato più aperto nei confronti del gioco online ha già concesso la licenza ad altri sei soggetti. E chiaramente tutto questo non poteva che partire dallo stato in cui si svolgono ogni anno le World Series of Poker.

La situazione a livello federale

Insomma, se da un lato il poker online non sta vivendo un momento facile in tutti gli Stati Uniti, qualche spiraglio di luce all’orizzonte possiamo ormai intravederlo. A questo, però, dobbiamo aggiungere che la situazione a livello federale è piuttosto complicata e c’è una spaccatura accentuata tra il partito Repubblicano, che risente delle pressioni di Sheldon Adelson, ed il partito democratico, più liberale nei confronti di una legalizzazione del gioco online.

Il futuro che dipende dalle elezioni USA?

La domanda, poi, visto che si parla di gioco online è sempre la stessa. Il poker online è un gioco d’azzardo oppure un gioco d’abilità? Sicuramente noi propendiamo per la seconda risposta, ma ciò che è importante al momento è che i repubblicani la pensano in modo diverso. Staremo a vedere, allora, cosa succederà nel futuro prossimo, visto che manca davvero poco alle elezioni negli Stati Uniti.