Partouche Poker Tour: al Day 4 ancora polemiche

Partouche Poker Tour al Day 4 ancora polemiche

Ottima prestazione per Marcello Marigliano al Partouche Poker Tour che al termine del Day 4 è ottavo con uno stack di 1.335.000 chips. Nonostante questo, però, non sono mancate le polemiche in questa quinta edizione del PPT a causa del montepremi garantito. Patrick Partouche ha annunciato che questa sarà l’ultima avventura.

Sarà l’ultima edizione del Partouche Poker Tour! Queste le parole di Patrick Partouche, organizzatore del PPT che ha annunciato, dopo la quinta edizione del torneo, la fine di questa avventura. Il ricco imprenditore francese all’inizio del Day 4, quando i giocatori in gara erano ancora 47 ha, infatti, annunciato al microfono di essersi risentito non poco a causa del comportamento di molti player che hanno annunciato di boicottare il torneo a causa del montepremi.

Polemiche nella quinta edizione del PPT

Sempre nel corso del medesimo intervento (fatto sia in francese che in inglese) Patrick Partouche ha comunque annunciato che il montepremi sarebbe ritornato a 5 milioni di euro garantiti al posto dei 4,3 annunciati. In seguito, però, il ricco imprenditore francese è tornato sui suoi passi asserendo che l’intenzione sarebbe stata quella di offrire 500.000 euro garantiti al vincitore del Partouche Poker Tour e non un montepremi garantito di 5 milioni di euro. Dunque, tante polemiche anche nel Day 4 del PPT che, come annunciato, non avrà un’edizione successiva.

Ottima prestazione di Marcello Marigliano

Detto questo, parafrasando le vivaci polemiche che ci sono state nel corso del torneo (è fuori discussione come vedete anche dalle nostre immagini che gli organizzatori garantivano un premio di 5 milioni) vediamo i risultati. Fra i 14 giocatori di poker che dopo 4 livelli da 120 minuti hanno raggiunto il Day 5 spicca la grande prestazione di Marcello Marigliano, chip leader al termine del Day 1A, che partirà in ottava posizione con uno stack di 1.335.000 chips.

La classifica del PPT

Per quanto riguarda il resto del chip count, invece, in testa alla classifica c’è Karen Sarkisyan con uno stack di 1.833.000; seguono Daniel Obrien (1.828.000), Aaron Lim (1.767.000), Fabrice Touil (1.697.000), Gomild Romero (1.590.000), Ole Schemion (1.506.000), Ramin Hajiyev (1.497.000), Marcello Marigliano (1.335.000), Tom Alner (1.110.000), Daniel Smith (906.000), Gaston Onana (732.000), Paul Tedeschi (554.000), Aurangzeb Sheikh (429.000) e Simon Ravnsbaek (383.000). Dunque, occhi puntati su Marcello Marigliano che ancora una volta dopo le World Series of Poker ha dimostrato di dare il massimo agli appuntamenti importanti.