ISPT: scompaiono i milioni del montepremi garantito

International Stadium Poker Tour: niente montepremi GTD

Questo settembre è tanto pieno di eventi di poker live, quanto di polemiche e montepremi garantiti di prestigiosi tornei che svaniscono nel nulla. Dopo la cancellazione dell’Enjoybet Open di Cipro ed i clamorosi eventi del Partouche Poker Tour, adesso è il turno dell’ISPT.

International Stadium Poker Tour: niente montepremi garantito

Sparisce all’improvviso un altro montepremi garantito che di certo faceva gola a molti players i quali si erano già iscritti al torneo. Parliamo questa volta dell’ISPT, ossia dell’International Stadium Poker Tour organizzato dal Gruppo Bernard Tapie, di cui già un mese fa vi avevamo anticipato dei seri dubbi sulle circostanze. Laurent Tapie, aveva infatti inizialmente lanciato questo grandissimo evento di poker live come un torneo che avrebbe garantito ben 30 milioni di euro di montepremi, ma poi con il tempo “ha cambiato le carte in tavola”, fino a rimangiarsi addirittura la certezza di un garantito.

ISPT: prima 30 milioni GTD, poi 20 milioni GTD, adesso zero!

Il montepremi dell’International Stadium Poker Tour (che vi ricordiamo essere in programma per l’estate 2013 nella capitale britannica), era già sceso da 30 a 20 milioni di euro. Questo quanto apparso nel sito ufficiale della manifestazione, dove addirittura, adesso la parola “garantito” a fianco dei 20 milioni, si è trasformata in “previsto”. Il montepremi garantito dell’ISPT è diventato quindi un montepremi previsto, cosa non affatto solita nei tornei di poker live, dove la credibilità di un evento può essere seriamente compromessa con un gesto simile. Vi basti vedere cosa è accaduto proprio in questi giorni al Partouche Poker Tour che ormai chiuderà definitivamente, e tutto per un “quiproquo” (se così si può dire) sul montepremi che ha deluso i players.

Oltre 3.300 giocatori già iscritti all’ISPT: ed adesso?

Chi più di tutti avrà da ridire sulla “scomparsa” del montepremi garantito dell’International Stadium Poker Tour, sarà il popolo dei giocatori già iscritti all’evento, attirati forse proprio da tale prizepool messo in palio.

Risultano infatti ad oggi oltre 3.300 players iscritti, una piccola parte dei 30.000 che “da progetto” dovrebbero riempire lo stadio di Wembley, ma che non hanno impiegato molto a far sentire le loro voci. Primo tra tutti troviamo l’irlandese Stephen McClean che è stato ingaggiato come rappresentante ufficiale dell’ISPT: il professionista si è dichiarato sconvolto da quanto accaduto. Oltre a McClean, per pubblicizzare il grande torneo di poker live erano stati anche sponsorizzati altri pro come Patrick Antonius, Sam Trickett e Michael Mizrachi, ma tutto questo poco importa a chi già aveva deciso di iscriversi e versato la quota. Per il momento, dato il grande clamore che sta suscitando la vicenda, si attende un comunicato del Gruppo Bernard Tapie, per dare una sorta di spiegazione a quanto accaduto.