4 anni di poker online legale AAMS in Italia

Poker Online: 4 anni fa il suo arrivo nella modalità a soldi veri

Dal 2 settembre 2008 al 2 settembre 2012 il mondo del poker online ha cambiato, rinnovato e migliorato decisamente i suoi scenari e la sua offerta verso gli utenti: siamo a 4 anni di gioco legale autorizzato AAMS. Ecco tutti i dettagli.

I dati ufficiali del poker online modalità torneo

Settembre 2008 è entrato nella storia del poker online azzurro per l’inizio del gioco in modalità a soldi veri: a “quell’epoca” non vi era ancora il cash game, ma solo la modalità del torneo che l’AAMS aveva finalmente reso disponibile non più esclusivamente nella versione “For Fun”.

I dati della raccolta del poker online in modalità torneo, evidenziano un successo di questo settore che poi è in parte diminuito a favore del cash. In tutto il 2009 infatti, furono giocati per i tornei ben 2,3 miliardi, che divennero 3,1 miliardi nei 12 mesi del 2010. Andando ad analizzare poi il 2011, che nel mese di luglio vide partire il cash, il poker a torneo arrivò a ben 6,9 miliardi. Infine, per quanti riguarda l’intero anno del 2012, non abbiamo ovviamente i dati esatti: tuttavia, dalle stime effettuate, sembra che sarà raggiunta almeno la cifra giocata nel 2011.

Tornei e cash game “targati” AAMS: insieme arrivano a 19 miliardi!

Prendendo in considerazione sia il poker online AAMS giocato sotto forma di torneo, che il poker online AAMS sotto forma di cash game (ricordiamo che fu introdotto il 18 luglio 2011), da settembre 2008 ad oggi si registrano ben 19 miliardi di euro giocati dagli italiani. Questo importo, è stato in buona parte reso ai players sotto forma di vincita: 17,7 miliardi sono tornati nelle tasche dei giocatori, mentre 320 milioni di euro soni andati allo Stato italiano, ed il resto è stato trattenuto dagli operatori. Da sottolineare che il poker online, è uno dei giochi telematici dove le vincite sono più significative: se dei 19 miliardi giocati nei 4 anni, 17,7 sono tornati in dietro sotto forma di vincita, la spesa totale è stata solo di 1,3 miliari di euro.

L’influenza dell’arrivo del cash game

Parlando complessivamente della raccolta del poker online, quindi riferendosi sia ai tornei che al cash game, va comunque ricordato il cambiamento che il mercato ha subito dalla legalizzazione del cash game. I tornei hanno visto un decremento dei loro frequentatori, che si sono riversati verso la novità molto attesa del cash. Ad esclusione del 2010, anno in cui il poker online a torneo aveva “l’esclusiva” tra le modalità a soldi veri, le giocate degli italiani sui tornei negli anni successivi, hanno subito una vera e propria battuta d’arresto. Il 2010 ha visto infatti una raccolta di 3,1 miliardi di euro, il 2011 una raccolta di 2,2 miliardi, e per l’anno in corsi, si stima una raccolta complessiva di circa 1,4 miliardi di euro.

Quanti tornei giocano gli italiani? Ben 150.000 al giorno!

Sempre secondo delle stime effettuate con i dati raccolti dall’AAMS nei 4 anni in cui il poker online a soldi veri è entrato nelle case degli italiani, ad oggi, le poker room autorizzate contano un complessivo di 150.000 tornei disputati ogni singolo giorno. L’identikit del giocatore di poker online (se così si può dire), si rispecchia principalmente in una figura maschile di età variabile tra i 25 ed i 44 anni: questo emerge invece da una ricerca condotta dall'Osservatorio Gioco Online. Sempre secondo tale studio, il 70% dei giocatori online sarebbe “situato” al Centro-Sud del nostro paese.