Poker Online: verso un mercato unico?

Poker Online: verso un mercato unico?

Spagna, Francia, Portogallo e Italia si incontrano per discutere il futuro del poker online europeo. Si giungerà finalmente al tanto atteso punto eu? La strada sembra percorribile e anche se non siamo giunti a niente di concreto le possibilità sono molto elevate.

E’ ormai da un po’ di tempo che si parla di un mercato comune che potrebbe far navigare sulla stessa rotta il gioco ed il poker online. Obiettivo: proteggere tutti gli utenti dalle innumerevoli frodi a cui assistiamo continuamente in Internet, ma anche quello di porre rimedio ai problemi relativi alla dipendenza dal gioco. Fino ad ora sono stati fatti dei passi avanti e in questo contesto possiamo collocare il summit di qualche tempo fa.

Poker On Line: Il summit di fine giugno

Lo scorso 18 e 19 giugno, infatti, i rappresentanti di Arjel, Dgoj, della Santa Casa della Misericordia di Lisboa e soprattutto di Aams, in attesa di lasciare le proprie funzione all’Agenzia delle Dogane, si sono incontrati a Barcellona per discutere la questione riguardante gioco e poker online unificato. Dunque, un primo confronto in merito ad un possibile accordo, con il fine di studiare una soluzione riguardo le regolamentazione di questo settore.

Poker On Line: Si muove anche la Danimarca

La discussione ha riguardato anche i giocatori e per la precisione, la condivisione di un medesimo fondo di liquidità creato apposta per loro. Tuttavia, visto che il Portogallo deve ancora portare avanti una propria regolamentazione sui siti poker online, l’accordo sembra più possibile tra Italia, Francia e Spagna. Per quanto riguarda il resto dell’Europa, invece, anche la Danimarca ha svolto i primi passi verso un’intesa, mentre resta ancora da capire quale sarà il ruolo della Gran Bretagna.

Poker On Line: Verso l’incontro di Parigi

Ma se da un lato i rappresentanti del Regno Unito hanno incontrato quelli di Aams e Arjel, dall’altro ancora non è stato firmato nessun foglio ufficiale. Resta il fatto che il poker online a livello europeo, alla luce del fatto che ci sarà un prossimo incontro a Parigi, sembra sempre più percorribile. E un accordo siglato tra i tre paesi mediterranei sopra citati potrebbe essere l’apripista verso il tanto atteso punto eu. Per il momento, come abbiamo già detto altre volte, bisognerà ancora aspettare, ma si comincia ad intravedere qualcosa all’orizzonte.