Full Tilt Poker e Pokerstars: accordo con il Doj!

Full Tilt Poker e Pokerstars: accordo con il Doj!

Ormai manca soltanto l’ufficialità, ma sembra che la vicenda Full Tilt Poker sia veramente giunta al termine. E’ quanto si evince dagli ultimi avvenimenti che vedono protagonisti il Dipartimento di Giustizia americano e il colosso del poker mondiale Pokerstars. E questa volta i player con i fondi bloccati possono davvero sperare.

E’ passato ormai più di anno dal Black Friday e dopo l’ennesimo capovolgimento di fronte, caratterizzato dall’abbandono inaspettato di Bernard Tapie, sembra proprio che la vicenda Full Tilt Poker sia giunta alla fine. A conti fatti, quindi, secondo le notizie che ci giungono dagli Stati Uniti, appare chiaro che il Dipartimento di Giustizia Americano abbia appena raggiunto un accordo con la poker room Pokerstars sul futuro della Red Room.

Accordo tra il Doj e Pokerstars

La questione principale che ha costretto Bernard Tapie a calare il sipario su un possibile acquisto della Red Room è quella che riguarda il rimborso di tutti quei giocatori di poker che hanno ancora i fondi bloccati su Full Tilt Poker. Riguardo a questa tematica, la più spinosa della trattativa, secondo quando è fuoriuscito dalle aule del tribunale, sembra che sia stato approvato un piano che consenta al colosso del poker mondiale di effettuare questa operazione.

A fine mese l’ufficialità su Full Tilt Poker

Entro la fine di questo mese, infatti, verrà rilasciata una comunicazione ufficiale in cui verranno spiegati i termini con cui Pokerstars dovrà attenersi all’accordo preso con il Dipartimento di Giustizia. Altro accordo, invece, preso tra il Doj ed il colosso del poker mondiale, riguarda la possibilità, per il momento negata, di poter operare negli Stati Uniti, dove tutti sappiamo che il poker online è ancora considerato illegale e non vi è una regolamentazione.

Dunque, sarà realmente finita la saga che dopo il Black Friday ha visto nel centro del mirino Full Tilt Poker? Oppure siamo di fronte all’ennesima bolla che vedrà il solito capovolgimento di fronte? Per il momento, da quello che sappiamo, sembra proprio che la possibilità di rivedere la Red Room operante sia più plausibile. Bisogna aspettare soltanto l’ufficialità!