WPT Venezia 2012, vince Rinat Bogdanov

WPT Venezia 2012, vince Rinat Bogdanov

Un final table davvero spettacolare al Main Event WPT Venezia 2012 che regala la vittoria ad un fortunato Rinat Bogdanov. Nulla da fare per Andrea Dato, sicuramente miglior giocatore del torneo e per gli altri tre player azzurri in gara.

Termina con la vittoria di Rinat Bogdanov il Main Event WPT Venezia 2012. Un tavolo finale a dir poco spettacolare con molti capovolgimenti di fronte che, però, non si rivela molto fortunato per i giocatori azzurri. Non basta, quindi, ad Andrea Dato e Alex Longobardi la consapevolezza di aver dato vita ad una prestazione di alto livello perché anche nel poker la fortuna gira e questa volta ha voltato le spalle ai nostri player.

Carini e Trebbi player out

Ma entriamo nel dettaglio e vediamo come sono andate le cose in questo tavolo finale short handed 6 che ha visto la partecipazione di alcuni grandi giocatori di poker. Il primo ad essere eliminato intorno al livello 23 è Andrea Carini che non può nulla contro la coppia di 8 di Andrea Dato, sempre più chip leader in questo momento. A seguire esce Andrea Trebbi mandato a casa da Alex Longobardi, anche lui in uno splendido momento di forma.

Simon Ravnsbaek out e risale Rinat Bogdanov

Insomma, fino a questo punto un torneo che si direbbe dominato dai due player italiani, ma nel Poker Texas Hold’em non c’è mai niente di sicuro e i capovolgimenti di fronte sono all’ordine del giorno. Rinat Bogdanov, che intorno al livello 25 viene quasi eliminato da Andrea Dato, dimostra di avere ancora qualche asso nella manica e a farne le spese è Simon Ravnsbaek che chiude il Main Event WPT Venezia 2012 in quarta posizione.

La vittoria del russo nell’Heads up con Alex Longobardi

E a questo punto il torneo entra davvero nel vivo e non è certamente clemente nei confronti di Andrea Dato, forse il giocatore migliore di tutto il WPT Venezia 2012. Ad eliminarlo ci pensa il connazionale Alex Longobardi e il romano chiude in terza posizione. L’Heads up, quindi, è tutto per Bogdanov che quando vede l’azzurro rilanciare con K Q chiama con 6 e 4. Un flop a dir poco fortunato fa il resto e consegna la vittoria al russo.