Poker Online: lo Utah, stato USA che si oppone

Utah, stato degli USA che prepara una legge contro il poker online

La situazione del poker online in America, continua ad essere un punto di “incontro e scontro” tra i vari stati del continente. Tantissimi giocatori attendono la legislazione che dovrebbe essere in fase di evoluzione per poi passare al Department of Justice (DOJ) e procedere verso la sua liberalizzazione.

La politica dello Utah, vuole bandire il poker online

Questa volta, a far sentire la sua voce nel mondo del poker online americano è lo Utah, ossia uno stato degli USA che geograficamente si trova nella regione occidentale delle Montagne Rocciose, e che ha come capitale Salt Lake City.

Qui, il repubblicano Stephen Sandstrom, ha dichiarato attraverso la rete il suo intento di vietare il poker Texas Hold'em online ed il gambling in generale (compresi quindi tutti i tipi di poker online). Tra le esatte parole apparse nel portale del politico vi era anche questa frase: “Vogliamo mantenere lo Utah libero dalle conseguenze negative del gioco d'azzardo legalizzato”.

Utah: in arrivo una legge anti gambling?

Per proibire il poker online e tutti gli altri giochi “d’azzardo” del web, Stephen Sandstrom starebbe addirittura preparando un emendamento che vieti tali opportunità con una legge che coinvolgerà il territorio in questione, quindi quello dello Utah che vede circa 2.645.000 abitanti.

Anche questo è stato dichiarato dal politico stesso, che non sembra affatto interessato (o comunque disponibile a valutare) al discorso del poker online come fonte di entrate economiche per il loro stato. I giocatori di poker dello Utah non sembrano proprio avere molte chances per praticarlo da casa.

Poker online nello Utah ed alle Hawaii: quasi impossibile

Insieme allo stato USA dello Utah, anche le famose paradisiache isole Hawaii (arcipelago dell'oceano Pacifico che conta circa 1.283.000 abitanti), non consente di giocare a poker online e non ha intenzione di aprire le porte al gambling.

In entrambi gli stati americani, più della metà della popolazione appartiene ad una fede religiosa che vieta espressamente il gioco (Come la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni), e questo non facilita la legalizzazione del poker online in entrambi gli stati USA.