Poker Online: quale futuro?

Poker Online: quale futuro?

E’ stato uno dei peggiori anni di tutta la storia del poker online. Così potremmo definire il 2011; un anno difficile che forse si concluderà con un risvolto positivo inatteso e che forse regalerà buone notizie ai giocatori che da tempo aspettano di vedere sbloccati i loro conti.

Certamente, se consideriamo come sono andate le cose, una delle conseguenze più evidenti del Black Friday è stata la chiusura di Full di Full Tilt Poker, ma anche in questo caso, grazie all’intervento del gruppo Tapie, pare che la situazione stia tornando alla normalità.

Poker room pronte a restituire i fondi congelati

Tuttavia le buone notizie non arrivano soltanto da Full Tilt Poker, ma anche da altre poker room che hanno risentito degli strascichi del venerdì nero. Fra queste citiamo Absolute Poker e Ultimate Bet che, hanno dichiarato di essere pronte a restituire i fondi a tutti i giocatori di poker che ormai da un bel po’ di tempo aspettano di sentire qualche buona notizia.

Stati Uniti: si attende una nuova lgislazione

Insomma, anche se i dubbi sul futuro del poker online rimangono, pare che la situazione stia davvero tornando alla normalità e non è escluso che all’inizio del 2012 vedremo la riapertura delle sale online legali più importanti. Certo, ancora bisognerà attendere che la nuova legge americana sul poker online veda la luce, ma per come stanno andando le cose, probabilmente è soltanto una questione di tempo.

Quale sarà il futuro del poker online?

Chiaramente non possiamo prevedere quale sarà il futuro di Full Tilt Poker in America (e anche quello di PokerStars) e bisognerà anche capire come gli equilibri verranno nuovamente alterati quando finalmente riusciremo a vedere la Red Room ripristinata.

Quindi, per il momento, dato il clamore che gli ultimi eventi hanno portato nel mondo del poker online, possiamo soltanto fare delle supposizioni. Ma se ci guardiamo indietro e pensiamo a quanto è successo, la situazione non può far altro che migliorare.