Full Tilt Poker: ripercussioni sul poker live

Full Tilt Poker: ripercussioni sul poker live

Il torneo NBC Heads-Up Poker Championship quest’anno non ci sarà. E’ una delle tante conseguenze della crisi che sta vivendo il mercato del poker online. Su tutto spicca la situazione di Full Tilt Poker, uno dei principali sponsor della competizione, che vessa ancora in una grave crisi economica e finanziaria.

Le conseguenze del Black Friday

Se da un lato è vero che gli effetti più eclatanti del Black Friday riguardano la situazione certamente non edificante che sta vivendo Full Tilt Poker, dall’altro non possiamo comunque dimenticare che la situazione negativa del poker online si sta ripercuotendo anche nel mondo del poker live. Il 2011, infatti, si conferma come uno degli anni più tribolati della storia del Poker Texas Hold’em e a pagarne le conseguenze ci sono anche delle importanti manifestazioni.

Si ferma l’NBC Heads-Up Poker Championship

Dunque, una diretta conseguenza della situazione che stanno vivendo PokerStars e Full Tilt Poker riguarda certamente il torneo NBC Heads-Up Poker Championship che dal 2005 ha visto fronteggiarsi alcuni dei più grandi campioni del Poker Texas Hold’em. Tale competizione, che da sempre si è svolta con un sistema a eliminazione identico a quello dei tornei di tennis, quest’anno non ci sarà più.

D’altronde Full Tilt Poker, che da sempre è stato il maggiore sponsor dell’NBC Heads-Up Poker Championship, ha vissuto un anno a dir poco deficitario. E vista la grave situazione finanziaria e societaria, nel 2011 non potrà dare il suo contributo alla manifestazione.

Poker online: ripercussioni sul poker live

Dunque, le conseguenze del Black Friday e la grave situazione che sta vivendo Full Tilt Poker si fanno sentire ovunque e non sono soltanto giocatori di poker con i conti bloccati a risentirne, ma un mercato che ora più che mai sembra davvero mutilato.

D’altronde Erik Seidel, che lo scorso anno aveva vinto il torneo, nel 2011 non avrà nessun contendente a rubargli il titolo e i 64 giocatori che pensavano, vista la loro classifica, di poter prendere parte alla competizione quest’anno non avranno nessuna chance.