Poker cash game in Italia inizio da record

Poker cash game in Italia inizio da record

Una crescita record per il Poker cash game che nel mese di agosto ha fatto registrare in Italia una raccolta totale di 900 milioni di euro. Ne fanno le spese i sit and go ed il poker in modalità torneo, entrambi decisamente in calo. La poker room più in voga è sicuramente PokerStars che detiene quasi il 30% di questo mercato.

A pochi mesi dall’entrata del Poker cash game in Italia i dati sono più che evidenti e mostrano una netta crescita di questa nuova variante di gioco. E come del resto ci si poteva aspettare, a farne le spese è stato il poker nelle varianti sit and go e torneo. Dunque, i numeri di agosto parlano chiaro e già dimostrano come il cash game abbia fatto breccia nel cuore della maggior parte dei giocatori italiani.

Crescita del Poker cash game

Numeri alla mano, l’exploit del Poker cash game nel mese di agosto è piuttosto evidente. I player, infatti, hanno giocato 900 milioni di euro nelle poker room italiane e di questi, 870 sono tornati nelle loro tasche garantendo ai siti di gioco un guadagno di 30 milioni di euro. E un altro fatto sorprendente è che molti player hanno preferito giocare nei siti italiani piuttosto che in quelli esteri.

Diminuiscono tornei e sit and go

E mentre il cash game si prende la sua rivincita, a farne le spese sono proprio i sit and go ed il gioco in modalità torneo con soltanto 95 milioni di euro giocati. In altre parole se consideriamo che nell’agosto 2010 il Poker in modalità tournament faceva raccogliere ben 221 milioni di euro, allora ben si capisce che questo mercato è calato di quasi 2/3 rispetto all’anno scorso.

Le poker room più in voga

Il mercato del Poker cash game, stando ai dati di Agicoscommesse, dovrebbe essere ripartito nel seguente modo. Come ci si poteva aspettare, infatti, la prima poker room in Italia per volume di gioco è PokerStars con una raccolta di 244,4 milioni di euro nei tavoli cash (quasi il 30% di tutto il mercato). Seguono Microgame con 187 milioni, GD/Bwin con 133 milioni e in quarta posizione Lottomatica con 110 milioni di euro.

Insomma, davvero niente male per un gioco che nel nostro paese sta davvero facendo la parte dell’enfant prodige.