Full Tilt Poker: udienza fissata al 19 settembre

Full Tilt Poker udienza fissata al 19 settembre

La Alderney Gambling Control Commission (AGCC) ha da poco annunciato che l’udienza definitiva per decidere le sorti di Full Tilt Poker, la seconda poker room più grande al mondo, si terrà il 19 settembre. Dunque, non più il 15 settembre come data ultima, come del resto era stato dichiarato il 26 luglio dopo la prima udienza, ma quattro giorni più tardi.

L’udienza rinviata

Durante l’udienza di luglio, infatti, l’avvocato di Full Tilt Poker, Martin Heslop, aveva chiesto il rinvio a settembre proprio a causa della situazione complicata in cui si trovava la Red Room. Infatti, a causa del sequestro dei fondi da parte del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti e a causa del furto commesso da uno dei principali elaboratori di pagamento, la poker room si è trovata nell’impossibilità di risarcire i giocatori.

Motivi del rinvio

Quindi, secondo Heslop, un’udienza a porte aperte avrebbe potuto rovinare ulteriormente l’immagine della poker room dinnanzi a nuovi possibile investitori. Fatto sta che ancora il nome di questi non è stato ancora reso noto e intorno ai nuovi acquirenti di Full Tilt Poker c’è ancora un alone di mistero.

Ciò non toglie che uno dei motivi principali del rinvio dell’udienza, secondo quanto dichiarato dalla AGCC, è stato quello di tutelare ulteriormente i giocatori con i conti bloccati che senza nuovi investitori, data la situazione attuale, avevano ben poche possibilità di rivedere i propri soldi nell’immediato.

La situazione di PokerStars

Diversa sembrerebbe, invece, la situazione di Pokerstars e secondo quanto dichiarato dalla eGaming Review, il governo degli Stati Uniti avrebbe raggiunto un accordo con la poker room in base al quale il Dipartimento di giustizia avrebbe rilasciato gran parte dei beni bloccati dalla Hapoalim Bank in Lussemburgo.

E mentre Full Tilt Poker si trova ancora con 150 milioni da restituire ai giocatori, sembra proprio che PokerStars, dopo gli avvenimenti del Balck Friday, si sia davvero ripresa.