Full Tilt Poker:2 players l’accusavano già 3 anni fa

Full Tilt Poker tra accuse passate, e conti di Ferguson e Lederer bloccati

Vengono pian piano alla luce differenti dati relativi alla poker room sotto inchiesta, che se adesso non fosse al centro di tanta attenzione, forse non si sarebbero saputi mai.

Oltre 3 anni fa, Full Tilt Poker già accusata da professional players

E’ questo il caso dell’accusa effettuata già nel 2009 e però respinta dallo stato della California, da parte di due ex giocatori di poker professionisti (Lary Kennedy e Greg Omotoy) che frequentavano regolarmente Full Tilt Poker.

Secondo le loro dichiarazioni, la poker room in questione avrebbe chiesto in modo indiretto e senza una valida motivazione, ben 80.000$ delle loro vincite. Tali accuse rivolte ai funzionari di Full Tilt Poker, vennero poi rigettate ed archiviate.

Sequestrati i conti di Ferguson e Lederer: complici della poker room?

I membri del consiglio di amministrazione di Full Tilt Poker, intanto si sono visti recapitare un mandato di sequestro dei loro conti e delle loro proprietà. Anche i due noti players della poker room e degli eventi live internazionali, quali Howard Lederer e Chris Ferguson, hanno ricevuto tale mandato e vedranno l'FBI indagare su tutti i loro beni.

Tutti questi beni confiscati agli indagati della poker room di Full Tilt Poker potrebbero essere utilizzati per rimborsare gli utenti dell’operatore di poker online, che dallo scorso 15 Aprile, ha lasciato a mani vuote i suoi players.

Preoccupati i lavoratori della poker room di Full Tilt Poker

Tanti problemi, hanno corrisposto ad altrettanti pensieri per coloro che lavorano nella poker room sotto accusa. Tra i dipendenti di Full Tilt Poker, si parla già del licenziamento del 50% del personale, anche se la direzione generale della poker room, non ha ancora ufficialmente comunicato le sue decisioni.

Come procederà la questione delle accuse a Full Tilt Poker? Noi vi terremo aggiornati sull’importante vicenda del mondo del poker online.