Epic Poker League, Jamie Kaplan in testa

Epic Poker League Jamie Kaplan in testa

E’ cominciata martedì scorso la seconda tappa dell’Epic Poker League e sono tanti i giocatori professionisti di livello che hanno deciso di partecipare a questo nuovo torneo che si tiene presso il casino Palms di Las Vegas. Purtroppo, però, rispetto alla prima tappa di agosto, alla quale avevano preso parte 137 giocatori, i numeri sono piuttosto in calo e gli iscritti sono stati soltanto 96.

Tuttavia, sebbene il calo di presenze sia piuttosto evidente, il montepremi è comunque piuttosto elevato ($2.301.200 in totale) e invece di un milione di dollari regalerà al vincitore la somma di $782.410. Dato l’alto montepremi, quindi, è fuori discussione che i giocatori che vi prendono parte siano senza dubbio fra i migliori in circolazione. Questi, infatti, vengono inseriti nella lista dei partecipanti in base a criteri selettivi e in base ai risultati ottenuti nel corso dell’anno.

I giocatori iscritti

Dunque, fra gli iscritti a questo torneo non poteva di certo mancare Phil Hellmuth che insieme a ad altri 8 giocatori, fra cui Nam Le e Greg Mueller si è qualificato partecipando al $1,500 Pro/Am #2 di domenica, senza pagare, quindi, la pesante iscrizione di $20,000.

Tra gli altri nomi illustri che partecipano a questa manifestazione di Poker Texas Hold'em troviamo anche David Chino Rheem che, nonostante poco tempo fa sia stato accusato di essere un truffatore, è riuscito a mettere un piede nel torneo e a qualificarsi al Day2. E sebbene la sua reputazione negli ultimi tempi sia calata notevolmente, lo stesso non si può dire per il suo gioco visto che al momento si trova in settima posizione.

Jamie Kaplan in testa

Particolare è stata la storia di Jamie Kaplan che giunto decimo al $1,500 Pro/Am #2 non avrebbe dovuto qualificarsi all’EPL dal momento che i posti in palio erano soltanto 9. Tuttavia il ritiro di Michael De Vita, che secondo quanto si vocifera si è autoescluso per gravi problemi con la legge, ha aperto la strada a questo giocatore che alla fine del Day1 è riuscito a imporsi su tutti gli altri.